Vieni da Me, Massimiliano Rosolino: “Conobbi Natalia Titova a Ballando con le Stelle”

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 29 aprile 2019 14:13 | Ultimo aggiornamento: 29 aprile 2019 14:34
Vieni da Me, Massimiliano Rosolino

Vieni da Me, Massimiliano Rosolino

ROMA – Massimiliano Rosolino è stato ospite a Vieni da Me, oggi 29 aprile. Intervistato da Caterina Balivo ha aperto i cassetti della sua memoria parlando della sua vita privata e professionale.

Si parte dall’infanzia: “Passavo molto tempo nella vasca da bagno. Già iniziavo da piccolo”.

Il soprannome Cagnaccio: “Mi affibbiarono questo nomignolo in Madasgacar. Me lo diede un ragazzo quando mi vide allenarmi con ragazzi più grandi di 4-5 anni”.

Il primo incontro con Natalia Titova, con cui ha due figlie: “La conobbi in Rai nel 2006, quando partecipai a Ballando con le Stelle”.

Rosolino ha parlato anche di come vive la sua relazione con Natalia. “È tosta. Abbiamo delle affinità: anche lei è stakanovista, quindi su questo andiamo d’accordo. Ma su altre cose siamo differenti: ad esempio sull’alimentazione». In ogni caso, aveva dovuto superare prima dei “test”, due in particolare: «Lei ha dovuto superare dei test: vedere una gara e venire a cena con un’amica”.

Le confidenze dell’ex nuotatore su quando porta a nuoto le sue figlie. “È stato bello nuotare insieme, ho unito due amori”.

La scaramanzia: “Da piccolo indossavo sempre lo stesso costume, gli stessi occhialini. Anche Natalia prima di vedermi dal vivo ha dovuto passare delle prove… (ride, ndr)”.

Le mie origini: “Ho vissuto in Australia dai 3 ai 6 anni. I miei si conobbero a Napoli, terra di papà. Poi vollero provare questa esperienza in Australia. Ma io sono napoletano, adoro la mia città”. (fonte RAI PLAY)