Vieni da me, Paolo Conticini: “Christian De Sica? Usa le bugie per raggiungere uno scopo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 gennaio 2019 21:01 | Ultimo aggiornamento: 30 gennaio 2019 21:01
Vieni da me, Paolo Conticini: "Christian De Sica? Usa le bugie per raggiungere uno scopo"

Vieni da me, Paolo Conticini: “Christian De Sica? Usa le bugie per raggiungere uno scopo”

ROMA – L’attore Paolo Conticini, intervistato da Caterina Balivo a “Vieni da me“, parla di Christian De Sica: “Ha tantissimi pregi e anche tantissimi difetti, gli voglio molto bene ma è permaloso da morire, mi fa anche molto ridere, è un po’ Pinocchio. Usa le bugie per raggiungere uno scopo”.

E ancora: “Nel senso di bugiardo? Ma no, è in senso molto affettuoso… Usa le bugie per raggiungere uno scopo. Cioè, se vuol dire una battuta o vuole raccontare una storia racconta anche una bugia, così la infiocchetta pure di più”.

“Sabrina Ferilli? Con lei ci ho fatto un paio di cose, un film di Natale, Due imbroglioni e mezzo. La conosco, la conosco abbastanza, è una tosta, verace, se c’è qualcosa da dire te lo dice in faccia. E mi piace per quello. Voi volete sapere se mi piaceva al punto che se non fossi stato impegnato ci avre fatto un pensiero? Ma a chi non piace Sabrina…? Mi piaceva, mi piace tuttora… Bene, no? La inviterei a cena, dopo possiamo anche prendere un caffè”.

“Veronica Pivetti? Per lei ho un grandissimo debole. Con lei è scoccato il feeling da subito, fin dal primo provino. Ci siamo messi vicini e siamo scoppiati a ridere subito, è scoccata la scintilla. Mi ha scelto la regista ma ci siamo scelti anche tra di noi, però credo che il pubblico abbia apprezzato il feeling tra di noi. Anzi, ce n’era pure troppo… Tra di noi non occorre parlare, ci capivamo solamente con uno sguardo. Ma questa cosa si ritorceva pure contro perché, a furia di ridere, dovevamo fare anche venti o trenta ciak e siamo stati ripresi tante volte dalla regista. Forse un paio di volte siamo anche stati messi in punizione”.