Vieni da Me, Peppino Di Capri: “Ebbi una relazione con Nico. I Beatles? Ci rimasero male perché…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Ottobre 2019 14:16 | Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2019 14:22
Vieni da Me, Peppino Di Capri intervistato da Caterina Balivo

Peppino Di Capri a Vieni da Me

ROMA – Peppino Di Capri è stato ospite di Vieni da Me oggi, martedì 22 ottobre. Intervistato da Caterina Balivo il famoso cantante ha raccontato aneddoti della sua vita privata e professionale.

“La passione per la musica me l’hanno trasmessa i miei genitori. Mio padre era violoncellista, mia madre cantava sempre dentro casa. In particolare canzoni napoletane mentre faceva le faccende di casa. Forse il talento l’ho ereditato da papà. Iniziai presto ad esibirmi, avevo quattro anni. La mia carriera iniziò quando in un piano bar il pianista ebbe un lutto. Allora il proprietario mi chiese di suonare e da lì tutto ebbe inizio. Davanti al locale dove mi esibivo io c’era quello dove cantava Mina. Era molto simpatica oltre che una grandissima cantante. E’ tanto che non la sento, ci siamo persi di vista. Nico? Lei assisteva sempre ai miei concerti a Capri. Era lì per lavoro. Ogni mattina mi mandava i fiori a casa. Siamo stati fidanzati un’ora e mezza…”.

Sui Beatles: “Feci una versione italiana di Girl. Fu un discreto successo. Viaggiai con loro da Genova a Roma. Loro ci rimasero male per l’accoglienza, erano abituati che le ragazze si strappavano i capelli mentre qui erano solo applausi”.

Sulla vittoria del Cantagiro del 1963: “Non meritavo di vincere. “Non ti credo” non era una delle mie canzoni migliori. Vinsi perché in quel periodo ero famoso”.

Fonte: VIENI DA ME