Vieni da Me, Rita Forte: “Devo tutto a Luciano Rispoli. Lui si ammalò quando la tv…”

di Redazione blitz
Pubblicato il 24 Aprile 2019 14:11 | Ultimo aggiornamento: 24 Aprile 2019 14:33
Vieni da Me Rita Forte

Vieni da Me Rita Forte

ROMA – Rita Forte è stata ospite a Vieni da Me oggi 24 aprile. Intervistata da Caterina Balivo ha aperto la cassettiera della sua memoria raccontando la sua vita privata e professionale.

L’esperienza a Sanremo agli inizi degli anni novanta: “Avevo la febbre mentre cantavo. Era la classica febbre sanremese. Poi dopo tutto sparito. L’esperienza andò bene, mi classificai terza. Al secondo anno mi notò Luciano Rispoli che mi offrì un contratto per la sua trasmissione Tappeto Volante. Devo tutto a lui”.

Qualche difetto di Rispoli: “Lui mi voleva profondamente bene, è stato come uno zio, sapeva che mi poteva dire di tutto e ogni tanto si sfogava con me. Ricordo che un pomeriggio io e Melva ci trovammo costrette a fare il lancio del programma perché lui non arrivava. Siccome dovevamo andare in onda dissi: “Vabbé facciamo noi”. Lui arrivò proprio in quel momento. Io non lo vidi, mi tenne il muso per una settimana e non capii. Poi mi parlò: pensava che volessi scavalcarlo. Era un po’ permaloso”.

Rita Forte parla poi della morte del conduttore: ”Non stava più bene e mi sussurrò: sei la persona a cui sono più affezionata del mondo dello spettacolo. E’ stato un po’ come un padre. Era molto dispiaciuto perché non lavorava più. Secondo me si è ammalato proprio per questo. Lui ha dato la vita per la tv, ne soffriva molto”. 

Ad un certo punto nelle immagini della storia di Rita Forte appare un duetto con Fabrizio Frizzi e la cantante lo ricorda così: “Era speciale, un grande amico”.

L’incidente che quasi le costò la vita in via Tiburtina a Roma: “La moto mi prese in corsa e mi sbalzò sull’altra corsia. Sbattei la testa e mi ruppi il bacino. Fu tremendo. Ho rischiato molto”. (fonte RAI PLAY)