Vieni da me, Rossella Brescia: “Quando a Miss Italia mi dissero che ero brutta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 gennaio 2019 12:21 | Ultimo aggiornamento: 30 gennaio 2019 12:21
rossella brescia

Vieni da me, Rossella Brescia: “Quando a Miss Italia mi dissero che ero brutta”

ROMA – Rossella Brescia racconta la sua esperienza a Miss Italia e lo fa a Vieni da Me ospite di Caterina Balivo. La ballerina ripesca un ricordo non proprio piacevole: dopo aver vinto le fasce di Miss Martina e Miss Sorriso Puglia, infatti, Rossella fu costretta a ritirarsi. Perché? “Vi starete chiedendo perché ma purtroppo c’era una persona che organizzava il concorso all’epoca che mi continuava a dire: “Sei brutta, ma io non so come hai fatto a vincere e arrivare fin qui perché sei veramente brutta”.

La Brescia al tempo aveva solo 19 anni e così non riuscì a gestire la tensione: “Ero molto piccola anche di testa e lui continuava a dirmi queste cose che mi facevano male. Ero stressata, ero nervosa e agitata. Mi venne la febbre e chiesi a questa persona, che era il nostro referente, se poteva darmi un’aspirina per stare meglio. Mi disse di tornare a casa perché non sarei andata da nessuna parte in quello stato e così feci. Me ne tornai a casa”.

Tuttavia a farla commuovere, nel salotto di Caterina Balivo, non sono stati tanto i brutti ricordi quanto il videomessaggio del compagno, il coreografo Luciano Cannito: “Ciao Ross, questa è una sorpresa,  so che non ami questo tipo di sorprese però c’è qualcosa che tu non dirai mai: che sei una persona sincera, trasparente. Sei molto più bella dentro di quanto tu non sia fuori, io devo aver fatto qualcosa di veramente buono nella mia vita per meritarti”.