Vieni da Me, Sabina Ciuffini: “Quando Mike Bongiorno fu trovato in lacrime…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Novembre 2019 19:44 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2019 19:44
Vieni da Me, Sabina Ciuffini: "Quando Mike Bongiorno fu trovato in lacrime..."

Sabina Ciuffini a Vieni da Me

ROMA – Sabina Ciuffini, la “valletta parlante” del programma Rischiatutto, è stata ospite a Vieni da Me dove ha raccontato a Caterina Balivo molti aneddoti su Mike Bongiorno: “Lo so che è difficile da capire, era un altro mondo anche se sono ancora viva e sono ancora qua. Le ragazze nel 1967-1968 non volevano andare in tv, pensavano che fosse una cosa un po’ bassina: le nostre sorelle maggiori erano tutte in piazza, mentre noi ci divertivamo con la minigonna. E’ stato importante per me questo: io in tv ero naturale, ero già così”.

“I funzionari Rai non volevano fargli fare questa trasmissione – rivela -, fu trovato in lacrime in un corridoio: piangeva disperato perché non volevano fargli fare niente. Ad un certo punto gli hanno dato l’ok per tre mesi, ma non se lo filava nessuno: si è cercato la valletta da solo, si appostava insieme ai suoi collaboratori fuori dalle scuole per cercarla. Un giorno lo trovai fuori dalla mia scuola: io non sapevo cosa volesse da me, lui mi disse che mi stava offrendo uno stipendio”.

Lo stipendio ha rappresentato la chiave per spingerla ad accettare l’offerta: “Mio padre faceva finta di essere moderno e diceva “fino a quando non prendi lo stipendio, comando io”: io sentendo Mike mi sono rivoltava, mi sono messa a disposizione subito. Guadagnavo 10 mila lire a settimana, era tantissimo! Io lavoravo mezza giornata, quattro ore a settimana, e miracolosamente mi davano 10 mila lire”. Infine ha aggiunto: “Non si poteva fare più una vita normale. Quando sento ancora questa sigla, mi viene grande emozione: io non avevo mai fatto nulla di tutto ciò e alla terza puntata avevamo 25 milioni di telespettatori. Era uno choc, ma uno choc fortunato”.

Fonte: VIENI DA ME.