Vieni da Me, Tullio Solenghi: “La prima volta che conobbi Anna Marchesini…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 maggio 2019 14:15 | Ultimo aggiornamento: 14 maggio 2019 14:36
Vieni da Me Tullio Solenghi

Vieni da Me, Tullio Solenghi

ROMA – Tullio Solenghi è stato ospite a Vieni da Me. Intervistato da Caterina Balivo ha aperto i cassetti della sua memoria parlando di vita privata e professionale.

Si parte dalla sua gioventù. L’attore ricorda il regalo che i genitori gli fecero a 18 anni: “Era una Cinquecento rossa. Me la diedero in un giorno di pioggia con la cappotta aperta”. Poi parla dell’inizio della sua carriera: “Imitavo Paolo Villaggio, è stato il mio mentore”. Il ricordo di Anna Marchesini: “Dovevo arrivare in Rai per un programma della Svizzera italiana. Vedo questa ragazza che sta un po’ per conto suo e sento questa voce che aveva mille colori, una roba da accapponare la pelle. Ho pensato che era un prodigio. Da lì è nata una grande amicizia. Dopo 3 mesi la compagnia si è sciolta e una settimana dopo le scrissi che mi ripromettevo di lavorare insieme a lei e così accadde due anni dopo”.

Solenghi parla anche delle sue “fortune” amorose:”La mia prima fidanzata si chiamava Maia: è stata una delle ultime che ho avuto prima di quella che adesso è ancora mia moglie. Ho avuto poche donne perché facevo ridere e se ne andavano: stando a quello che dicono ora le donne sugli uomini che le fanno ridere devo dire che ho sbagliato epoca”. Si parla anche della carriera da regista: “Sul lavoro sono “rompicog**oni”. Odio l’approssimazione, devo mettere in scena Lisistrata!”(fonte RAI PLAY)