Vittoria Baldini (M5s), lapsus: “Risparmiatori truffati aspettano di essere truffati” VIDEO

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 5 aprile 2019 10:30 | Ultimo aggiornamento: 5 aprile 2019 10:30
vittoria baldini m5s

Vittoria Baldini (M5s), lapsus: “Risparmiatori truffati aspettano di essere truffati”

ROMA – Vittoria Baldino di M5s commette un piccolo lapsus mentre parla a Coffee Break su La7:  “Su Tria solo gossip, non c’è nessun cambio dietro l’angolo. Sta facendo il suo lavoro, noi abbiamo fretta perché i risparmiatori truffati aspettano di essere truffati”.

Poco dopo qualcuno fa notare l’errore e la Baldino sorridendo corregge il suo “truffati” con “risarciti”. In fondo all’articolo il lapsus dell’esponente M5s in un video de La7.

Nel Consiglio dei ministri di ieri, giovedì 4 aprile, è stata rinviata, al termine di un duro scontro in Consiglio dei ministri, la decisione sui rimborsi ai risparmiatori coinvolti nelle crisi bancarie. 

La norma sui rimborsi non entra, come invece chiedeva il ministro dell’Economia Giovanni Tria, nel decreto crescita. 

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte si fa promotore di una mediazione: lunedì 8 aprile convocherà a Palazzo Chigi le associazioni dei risparmiatori per concordare la norma che dovrebbe essere varata in un nuovo Cdm martedì 9. Solo dopo si valuterà con precisione come procedere. 

I rimborsi ai risparmiatori truffati nella crisi delle banche dunque non sono stati insertiti nel dl crescita. “Sono contento, come Cinque stelle, che nel decreto crescita non ci sia niente sui risparmiatori. Non perché non li voglio risarcire ma perché serve un risarcimento diretto” dice il vicepremier Luigi Di Maio. “La settimana prossima sarà quella decisiva: poi dovremo prendere una decisione perché la pazienza è finita”. “Noi vogliamo che i risparmiatori ricevano risarcimenti diretti senza nessun arbitrato o contenzioso. Lunedì il presidente Conte parlerà ai risparmiatori perché tutto si fa con il dialogo” precisa Di Maio.

E arriva anche la posizione della Lega: governo lento, serve un cambio di passo. “Troppi no e troppa lentezza. Serve un cambio di passo. La Lega vuole più concretezza. Ci aspettiamo risposte serie e reali per i risparmiatori (lunedì deve arrivare lo sblocco agli indennizzi per i truffati) ma basta bloccare il paese con i no”.

Fonte: La7, Ansa