X-Factor: Asia Argento, la petizione per salvarla

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 settembre 2018 15:39 | Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2018 15:46
X-Factor: Asia Argento, la petizione per salvarla (foto Ansa)

X-Factor: Asia Argento, la petizione per salvarla (foto Ansa)

ROMA – Asia Argento, coinvolta nel recente scandalo sulle presunte molestie sessuali nei confronti del giovane attore Jimmy Bennet, nell’edizione in corso di X-Factor verrà sostituita al termine delle puntate già registrate da un nuovo giudice di cui ancora non conosciamo il nome.

Alcune puntate, già registrate, infatti, stanno andando in onda in queste settimane. Al termine di queste puntate Asia Argento, secondo quanto deciso da Sky, verrà sostituita da un nuovo giudice. Ma in molti, dopo aver visto le prime due puntate, hanno protestato chiedendo a Sky di confermare la presenza di Asia Argento. Su Change.org è stata lanciata anche una petizione.

“Al netto di tutte le polemiche che in queste ultime settimane hanno visto Asia Argento al centro del mirino – si legge nella petizione – vorremmo provare a fare un discorso costruttivo mettendo da parte ogni italico moralismo e gossip pruriginoso che – attraverso un linciaggio mediatico promosso in primo luogo dagli haters di professione che popolano il web – hanno finito per distorcere pesantemente i fatti e inasprire i toni oltre ogni misura accettabile, strumentalizzando in modo molto pericoloso la reputazione di un’artista che sicuramente non merita un simile trattamento. Al momento non esistono indagini aperte né pende alcuna condanna – non a Roma, non a New York, non a Los Angeles – nei confronti di Asia Argento. La questione è al contrario molto spinosa, molto cavillosa, molto complessa, rispetto alla quale noi telespettatori comuni vogliamo sospendere e rinviare il giudizio – ché semplicemente non ci compete, e non ci deve competere. Eppure il web, nel giro di qualche minuto, nei giorni del massacro, aveva già emesso il suo impietoso verdetto… Asia Argento è stata epurata in quattro e quattr’otto e nascosta sotto il tappetto…”

“Alla luce dell’onda di entusiasmo e di questa nuova stima professionale nei confronti della violentemente calunniata Argento – si legge – anche e soprattutto proveniente dai detrattori della prima ora, chiediamo a gran voce che Sky Italia, in particolar modo nella persona del Direttore delle Produzioni Originali di Sky, Nils Hartmann, possa considerare di rivedere le recenti prese di posizione dell’azienda che rappresenta. Sarebbe una bella occasione per Sky Italia di riaffermare la propria identità di network giovane, libero, indipendente e sperimentale. Che non è certo – e mai dovrebbe essere – schiavo dei capricci e dei giustizialismi dei propri abbonati.Che facesse ammenda ed ammettesse di aver temuto il furor di popolo. Quello stesso popolo che invece, oggi, grida allo scandalo e chiede a gran voce che, mutatis mutandi, Asia Argento rimanga a X Factor;Che lanciasse invece un segnale di intelligenza, di giusta valutazione dei fatti che eviti scorciatoie e sensazionalismi auditel-friendly; un segnale di fiducia e rispetto della Giustizia e dei suoi organi competenti, ai quali solamente spetta il compito di svolgere i propri accertamenti ove necessario e fare il proprio corso, senza accavallarsi o farsi sostituire dai tribunali virtuali dei social media;Che andasse al di là delle basse tifoserie social, volatili, inaffidabili, dove un giorno si gioca al massacro e il giorno dopo si invoca la martirizzazione – senza soluzione di continuità e senza esami di coscienza apparenti…Per tutti questi motivi, chiediamo che Asia Argento possa rimanere al banco di X Factor portando la sua squadra ai live di prossima registrazione, continuando il suo percorso e condividendo con il pubblico di Sky tutta la sua empatia, onestà, dolcezza, carisma, unicità, competenze, coraggio, talento”.