X Factor, Seveso Casino Palace eliminati

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 novembre 2018 5:00 | Ultimo aggiornamento: 16 novembre 2018 0:48
X Factor, Seveso Casino Palace eliminati

X Factor, Seveso Casino Palace eliminati (Foto Ansa)

MILANO  –  Alla quarta puntata live di X Factor è andata in scena la danza. Come ospite d’eccezione sul placo della X Factor Arena si è infatti presentata Germaine Acogny, considerata la più importante ambasciatrice nel mondo della danza africana e che si è esibita sui palcoscenici più importanti. Ad accompagnarla, le voci dei nove concorrenti rimasti in cara dopo la selezione delle prime tre combattutissime puntate dal vivo.

Per il live il meccanismo scelto è stato quello delle tre manche, con il meno votato di ogni manche inviato direttamente all’ultimo scontro con un “cavallo di battaglia”. A quel punto parola al pubblico da casa abilitato a salvare un solo concorrente, lasciando i restanti due al giudizio dei giudici.

Sul fronte della gara, ad inaugurare i microfoni ci hanno pensato i gruppi, in quota Lodo. Primi sul palco i Seveso Casino Palace alle prese con ‘Standing in the way of control’ dei Gossip. ‘La costruzione dell’amore’, scritto da Ivano Fossati per Mia Martini, è stato invece il brano che Fedez ha scelto per la ‘sua’ Renza Castelli. “Essere classici può essere una cifra” ha commentato Fedez a proposito dell’esibizione della prima concorrente della sua squadra. Al banco dei giudici, Manuel Agnelli ad inizio puntata era l’unico ancora al completo con tutte e tre le concorrenti della categoria ‘Under Donne’. La voce degli Afterhours, per Martina Attili che nel quarto live di X Factor ha aperto le danze per la sua squadra nella prima manche, ha selezionato le note di ‘Strange Birds’ di Birdy. “A questo brano – ha commentato Agnelli – Martina ha lavorato sulle strofe assieme alle sue compagne di squadra e questa è la cosa migliore che mi sia capitata fino ad oggi ad X Factor”.

Al termine della prima manche, il pubblico ha promosso Martina e Renza, rinviando i Seveso Casino Palace al ballottaggio. Ad aprire le esibizioni della seconda terzina di concorrenti si è presentata in scena Naomi, per la quale Fedez ha scelto una spregiudicata e sperimentale, allora come oggi, ‘Crisi metropolitana’ di Franco Battiato e Giuni Russo. Tutt’altra musica, invece quella affidata da Mara Maionchi a Leo Gassman, alle prese con ‘Pianeti’ di Ultimo, coetaneo, concittadino del concorrente e tra i fenomeni discografici italiani del momento. Altro salto tra generi musicali e sul palco sale Sherol Dos Santos, per la quale Manuel Agnelli ha puntato su un classico firmato in originale dalla voce di Whitney Huston, ‘I will always love you’, arrangiato in una versione contemporanea. “E’ un brano che non avrei assegnato a nessuno se non fossi stato sicuro del risultato” ha detto Agnelli.

L’esibizione di Enrico Nigiotti con Gianna Nannini, sulle note di ‘Complici’, ha anticipato il responso della votazione sulla seconda manche, che ha spedito al ballottaggio finale Naomi. La terza ed ultima manche ha poi visto protagonisti Anastasio, della squadra di Mara Maionchi, con ‘Another brick in the wall’ dei Pink Floyd, Luna con ‘Eppur mi son scordato di te’ di Lucio Battisti e i Bowland di Lodo Guenzi, questa volta alle prese con ‘Drop the Game’, singolo certificato platino della band australiana Flume.

In fatto di ospiti, al finire della terza manche hanno fatto il loro ingresso sotto i riflettori di Sky Carl Brave, che ha presentato in anteprima il suo singolo ‘Posso’, assieme a Max Gazzé. Televoto alla mano, il terzo concorrente rinviato al ballottaggio è risultato essere Luna. Tra quest’ultima, i Seveso Casino Palace e Naomi, ad avere la meglio dal televoto è stata proprio Luna, mentre i giudici hanno votato in pareggio lasciando così ancora una volta la scelta tra i restanti due al pubblico, che ha scelto Naomi, eliminando quindi i Seveso Casino Palace.