Yara Gambirasio, trovati proiettili sul campo di Chignolo d’Isola durante la diretta di Mattino 5

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Novembre 2019 11:21 | Ultimo aggiornamento: 29 Novembre 2019 11:21
Yara Gambirasio, trovati proiettili sul campo di Chignolo d'Isola di durante la diretta di Mattino 5

Il ritrovamento di nove proiettili sul campo dove fu trovato il cadavere di Yara a Mattino Cinque

MILANO – Nove proiettili inesplosi sono stati trovati questa mattina, 29 novembre, da Barbara Montrasio, inviata di Mattino Cinque, nel campo di Chignolo d’Isola dove il 26 febbraio 2011 fu ritrovato il corpo senza vita di Yara Gambirasio, scomparsa tre mesi prima da Brembate di Sopra. “I proiettili si trovavano accanto al luogo dove da nove anni vengono lasciati fiori e biglietti per la giovane ginnasta di Brembate – si legge in una nota Mediaset -. L’inviata della trasmissione ha informato i carabinieri e i militari della Compagnia di Treviglio sono giunti sul posto inoltrando la segnalazione all’autorità giudiziaria”.

Solo tre giorni fa ricorreva il nono anniversario dell’omicidio della 13enne, trovata morta sullo stesso campo dove sono stati rinvenuti i nove proiettili. Il suo cadavere è rimasto per tre mesi nel campo a pochi chilometri da casa sua, mentre volontari ed forze dell’ordine la cercavano ovunque. Il ritrovamento è avvenuto per caso grazie alla segnalazione di un appassionato di modellismo che si è imbattuto nel corpo della ragazza. Yara Gambirasio era scomparsa da Brembate di Sopra (Bergamo) il 26 novembre del 2010, al ritorno dalla palestra del centro sportivo dove praticava ginnastica artistica. Tre mesi dopo, il 26 febbraio del 2011 il ritrovamento del cadavere. Il 16 giugno del 2014 fu stato arrestato Massimo Bossetti, carpentiere 44enne di Mapello. Il 1 luglio 2016 la Corte d’Assise di Bergamo condanna Bossetti all’ergastolo per l’omicidio di Yara e lo assolve dall’accusa di calunnia. Il 12 ottobre 2018 la Corte di cassazione conferma la condanna all’ergastolo di Bossetti.

Fonte: MATTINO CINQUE.