Airbnb, attenti agli affitti: turisti sbattuti fuori dagli appartamenti dalla polizia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 giugno 2018 6:30 | Ultimo aggiornamento: 28 giugno 2018 20:40
Airbnb, turisti sbattuti fuori dalle case dalla polizia: cosa succede

Airbnb, attenti agli affitti: turisti sbattuti fuori dagli appartamenti dalla polizia

ROMA – Brutte sorprese per i turisti che soggiornano in abitazioni inserite su Airbnb dove molte case vacanze sono soggette a restrizioni o vietate: la polizia interviene e spesso le persone vengono sbattute fuori dagli appartamenti. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Airbnb, il portale online che mette in contatto persone in cerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi, consente infatti di inserire le proprietà site in luoghi come New York, Singapore, Giappone e in alcune parti della Spagna, dove molte case vacanze sono state limitate o vietate.

Money Mail segnala che i turisti arrivano nelle proprietà e trovano negli edifici dei cartelli “No Airbnb”, le guardie di sicurezza che intendono interrogarli e un’accoglienza ostile da parte di altri residenti. Nei casi peggiori, agli ospiti viene negato l’ingresso alla proprietà o addirittura sbattuti fuori dalla polizia durante il soggiorno. Airbnb, da quando nel 2008 è stato lanciato ha acquisito sempre più popolarità e attualmente elenca più di cinque milioni di proprietà in 191 paesi.

Il portale online consente a chiunque di pubblicizzare la propria camera o abitazione e ogni notte in tutto il mondo, più di due milioni di persone soggiornano in alloggi prenotati attraverso il sito. Ma Airbnb ha dovuto affrontare un contraccolpo in alcuni paesi dove la gente del posto, accusa il portale di aver spinto ad affitti a lungo termine, mettendo gli alberghi fuori mercato. Di conseguenza, alcuni governi stranieri hanno rafforzato le regole, in casi estremi vietando del tutto le casa vacanze.

Eppure Airbnb non è riuscito a impedire ai proprietari di queste aree di inserire gli annunci e non avverte gli ospiti che le proprietà che stanno affittando infrangono le leggi locali. I broker assicurativi avvertono che i turisti che vengono buttati fuori dall’alloggio, dopo aver involontariamente violato le regole locali, non riceveranno un rimborso per il viaggio. Alcune autorità sono più severe di altre. Nelle isole Baleari, ad esempio, gli ospiti non possono affittare stanze nei condomini. Money Mail ha trovato una serie di annunci su Airbnb che hanno infranto questa regola.

A New York, è illegale affittare un intero appartamento per meno di un mese se il proprietario di casa è assente. Tuttavia, Money Mail ha trovato più di 300 interi appartamenti di New York elencati su Airbnb per periodi più brevi. A Instanbul, i proprietari di casa su Airbnb a Istanbul devono avere una “licenza di attività turistica”, ottenere l’approvazione di tutti gli abitanti dell’edificio o registrare l’appartamento come luogo di lavoro e, inoltre, rilasciare una dichiarazione all’ufficio delle imposte. A Singapore, le proprietà private non possono essere affittate per meno di tre mesi. Money Mail ha trovato centinaia di inserzioni per un affitto minimo di 2 notti.