Bandiere Blu 2015, ci sono 280 spiagge italiane: Liguria regina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Giugno 2015 11:11 | Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2015 11:11
Bandiere Blu 2015, 280 spiagge italiane premiate: Liguria regina

Bandiere Blu

ROMA – Sono 280 le spiagge italiane che hanno ottenuto le Bandiere Blu 2015, il riconoscimento internazionale assegnato dalla Fee (Foundation for environmental education) in base a determinati criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. In cima alla classifica delle regioni con i lidi più puliti d’Italia la Liguria con 23 località costiere, seguita dalla Toscana con 18 e dalle Marche con 17.

I criteri guida per l’assegnazione delle Bandiere Blu vanno “dall’assoluta validità delle acque di balneazione” (devono avere una qualità “eccellente”) all’efficienza della depurazione, dalla raccolta differenziata alle aree pedonali, piste ciclabili e spazi verdi, fino alla dotazione di tutti i servizi sulle spiagge.

La classifica del mare pulito in Italia vede al quarto posto la Campania, che arriva a 14 bandiere blu grazie anche a un nuovo ingresso. Stesso discorso per la Puglia con 11 lidi. L’Emilia Romagna rimane a quota 9, l’Abruzzo scende a 8 come Veneto (con un nuovo ingresso), Lazio e Sardegna (due nuovi acquisti). La Sicilia scende a 5 bandiere, avendo perso Ragusa e Marsala. Seguono la Calabria con 4, il Molise con 3, il Friuli Venezia Giulia con due e la Basilicata con un solo sito costiero.

5 x 1000

Le località premiate con il riconoscimento di bandiera blu sono in aumento rispetto all’edizione precedente, per un totale di sette comuni in più: undici nuovi ingressi e quattro uscite. A conquistare il vessillo sono: Capaccio (Campania), Terracina (Lazio), Borghetto S.Spirito, Taggia e S.Margherita Ligure (Liguria), Cannobio (Piemonte), Castellaneta (Puglia), Castelsardo e Sorso (Sardegna), Tusa (Sicilia), Rosolina (Veneto). Perdono il titolo invece Silvi (Abruzzo), Rocca S. Giovanni (Abruzzo), Ragusa e Marsala (Sicilia).