CROCIERE: COLOSSO USA PENSA A CARRARA STAZIONE ITALIA

Pubblicato il 10 Giugno 2010 18:53 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2010 15:59

La Royal Caribbean, la seconda più grande compagnia al mondo di crociere, starebbe pensando al porto di Marina di Carrara per realizzare la propria stazione marittima in Italia.

Stamani il vicepresidente della compagnia, l’americano John Terleck, accompagnato dall’armatore e presidente della Porto Spa, Enrico Bogazzi e dall’ad Filippo Nardi, si è incontrato con il presidente della Porth Authority, Luigi Guccinelli per discutere sul progetto che prevederebbe di far approdare al porto di Marina di Carrara ogni giorno una delle sue navi lunghe dai 250 ai 300 metri e capaci di trasportare duemila passeggeri.

L’investimento della Royal Caribbean International, colosso americano con sede a Miami con un fatturato annuo di oltre sei miliardi di dollari, sarebbe intorno ai 70 milioni di euro. Sia il presidente dell’Autorità Portuale Guccinelli sia il sindaco di Carrara Angelo Zubbani si sono dichiarati disponibili ad accogliere le richieste della compagnia di crociere che vanta ben 21 navi extra lusso tra cui spiccano la Oasis of the Seas e la Allure of the Seas tra le più grandi del mondo con una lunghezza di ben 326 metri. La stazione marittima verrebbe realizzata con il project financing.