ENOTURISMO: 20 MILIONI GLI APPASSIONATI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Pubblicato il 10 Giugno 2010 18:55 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2010 16:18

Sono circa 20 milioni gli enoturisti in Italia, Francia e Spagna, i tre principali paesi produttori di vino a livello europeo, che ogni anno visitano i territori alla scoperta di cantine e sapori dei vari territori. E’ quanto emerso oggi dal ‘Forum sul turismo enogastronomico’, promosso dalle Città del Vino, in svolgimento ad Alberese (Grosseto) fino al 6 giugno.

In Francia, è stato spiegato, i turisti del vino sono circa 7,5 milioni, in Italia 6 milioni, e altrettanti nella vicina Spagna. Da Bordeaux allo Champagne, dall’Alsazia alla Borgogna, “7,5 milioni di enoappassionati – spiega Philippe Calamel, segretario nazionale dell’Union Francaise des Itineraires cultural – visitano ogni anno i grandi territori francesi”.

Oltralpe 2 turisti di Bacco su 3 sono di origine francese e dei 2,5 milioni di stranieri che visitano le regioni vinicole francesi, il 27% viene dal Belgio, il 21% dalla Gran Bretagna e il 15% dalla Germania. Sul versante spagnolo, l’enoturismo fa segnare trend di crescita positivi, è stato spiegato, nonostante il Paese iberico sia uno dei più colpiti dalla crisi economica. Nel complesso sono 6 i milioni di enoturisti che si muovono sulle 21 Strade del Vino che attraversano le varie Denominazioni del vino spagnolo, e secondo Ana Lopez Lopez di Acevin, l’associazione che riunisce le Città del Vino di Spagna, l’enoturismo iberico é in crescita e “punta a raggiungere in pochi anni i 10 milioni di presenze”.

In Italia questo tipo di turismo è una tradizione consolidata e rappresenta un richiamo tanto per gli appassionati del Belpaese, quanto per gli stranieri. Le mete preferite sono rappresentate dalla Toscana, dal Piemonte, Veneto, Umbria e Puglia e l’enoturismo in Italia genera ogni anno un volume d’affari di circa 3 miliardi di euro.