Idea Ryanair: portatevi da soli le valigie a bordo, così risparmiamo sui bagagli persi

Pubblicato il 4 settembre 2012 20:28 | Ultimo aggiornamento: 4 settembre 2012 21:00
Il patron di Ryanair, Michael O'Leary

Michael O’Leary (Lapresse)

FRANCOFORTE – Gli aeroporti? Dovrebbero essere come discount e chi viaggia dovrebbe potersi portare da solo le valigie a bordo. Se si tratta di risparmiare Ryanair le pensa proprio tutte: l’ultima ideona venuta al patron della compagnia aerea, Michael O’Leary, è quella di consentire ai passeggeri di trasportarsi da soli i bagagli a bordo, anche quelli da imbarcare nella stiva. Così, sostiene O’Leary, “potremmo cancellare tutte le spese di recupero bagagli persi e i nastrotrasportatori”.

Low cost in tutti i sensi, in un’intervista al quotidiano tedesco Handelsblatt O’Leary rivela la sua idea di scali aeroportuali, che dobrebbero essere “più snelli ed essenziali” sul modello delle catene di discount tedesche come Aldi o Lidl.

Per questo Ryanair sta valutando l’ipotesi di acquistare una quota di minoranza dell’aeroporto londinese di Stanstead per trasformarlo in uno scalo più efficiente. Ma non è finita, O’Leary sta pensando anche ad altri modi per risparmiare e cerca uno sponsor per il caffè e il tè offerti a bordo da stampar sui bicchierini. Sennò, niente più bevande.

E sulla tedesca Air Berlin, il ceo di Ryanair non spende buone parole: “Non la vorrei neanche regalata”. Intano è già stato avviato il terzo tentativo di acquisto dell’irlandese Air Lingus. Cinque anni fa l’Antitrust Ue bloccò le contrattazioni al secondo tentativo.