RyanAir e i bagagli a mano a pagamento, l’AntiTrust avvia un procedimento

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 ottobre 2018 15:20 | Ultimo aggiornamento: 20 ottobre 2018 19:04
RyanAir e i bagagli a mano a pagamento, l'AntiTrust avvia un procedimento

RyanAir e i bagagli a mano a pagamento, l’AntiTrust avvia un procedimento

ROMA – L’associazione dei consumatori Altroconsumo ha fatto sapere che l’Antitrust ha avviato un procedimento nei confronti di RyanAir con l’ipotesi di pratica commerciale scorretta per la nuova politica adottata dalla compagnia sui bagagli a mano a pagamento. RyanAir, infatti, di recente aveva annunciato che dal primo novembre farà pagare anche per i piccoli trolley (da un massimo di dieci chili) usati come bagaglio a mano

Ryanair ha ora nove giorni di tempo per rispondere alle contestazioni e far valere la propria tesi. Secondo l’Antitrust c’è un danno per i consumatori costretti a pagare un supplemento rispetto alle tariffe standard della compagnia per un servizio – lo spazio per il bagaglio a mano grande – che è un elemento essenziale del contratto di trasporto. “Migliaia di viaggiatori ci hanno tempestato di chiamate e messaggi per protestare sul pagamento in più, non dovuto secondo la nostra Organizzazione e le altre associazioni di consumatori in Europa, con cui stiamo portando Ryanair in tribunale”, commenta Ivo Tarantino, responsabile Relazioni esterne di Altroconsumo.

L’Antitrust ha avviato anche un procedimento di sospensione di pratica commerciale scorretta anche contro Wizzair, sempre per la politica sui bagagli a mano a pagamento che la compagnia low cost ungherese ha annunciato che adotterà dal primo novembre. A riferirlo è l’associazione dei consumatori Codacons che in una nota fa sapere di avere incontrato nei giorni scorsi i vertici di Ryanair “proponendo delle misure adeguate per la protezione dei propri passeggeri e una serie di misure importanti soprattutto per risolvere i problemi e le controverse che nascono ormai troppo frequenti con gli utenti del trasporto aereo”.

Questa la replica di Ryanair: “Difenderemo fortemente la nostra policy bagagli a favore del consumatore in questi procedimenti. Nessun cliente di una compagnia aerea ha diritto a portare a bordo un numero illimitato di bagagli a mano. Per motivi di sicurezza, i nostri aeromobili, adatti a tratte a corto raggio, non possono ospitare due bagagli a mano per ogni cliente. La metà dei nostri clienti continuerà a portare a bordo due bagagli gratuiti, mentre l’altra metà viaggerà con una piccola borsa sempre gratuita (le cui dimensioni sono state aumentate del 40%) e, se lo desidera, potrà imbarcare in stiva un bagaglio da 10 kg, ad una nuova tariffa più economica di € 8 (attualmente il costo più basso di Ryanair per i bagagli imbarcati in stiva è di € 25)”.