Trekking nella terra di Mordor, viaggio in Nuova Zelanda

Di Rachele Cervaro di Surfingtheplanet.com
Pubblicato il 11 Dicembre 2015 7:48 | Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2015 14:49

Di Rachele Cervaro di surfingtheplanet.com

Sono relativamente poche le persone che conoscono il Tongariro National Park  in Nuova Zelanda e meno ancora quelle che sanno della possibilità di fare una escursione in questo meraviglioso paesaggio. Ma se diciamo che questa regione ha ispirato ed è  servita come location per le riprese della terra di Mordor nel film intitolato il Signore degli Anelli, immediatamente a tutti noi  viene alla mente di cosa stiamo parlando e ricordiamo questo paesaggio mistico e vulcanico.

E’ possibile vivere una vera esperienza allo stile Signore degli Anelli e visitare la terra di Mordor da vicino facendo uno dei trekking più popolari in Nuova Zelanda, Il Tongariro Alpine Crossing. Un trekking nel quale si può sperimentare e immergersi nella  bellezza del paesaggio di queste terre lontane.

Fare questo trekking durante l’inverno può risultare difficile e rischioso a causa della neve, del ghiaccio e del pericolo di valanghe, per questo, se lo fate durante l’inverno meglio contrattare una guida esperta.  Durante l’estate invece non c’è nessun problema e si può fare liberamente per proprio conto. Consideriamo però che è un trekking in alta montagna e che bisogna andarci con un minimo di preparazione. Ricordiamo anche che i vulcani del parco sono vulcani attivi pertanto nei giorni antecedenti al trekking consigliamo di consultare i rangers per verificare che non siano previste eruzioni.

Il trekking non è circolare, quindi si inizia in un punto e si arriva ad un altro. Durante l’estate un servizio di bus navetta connette le due parti.

Il paesaggio e semplicemente meraviglioso si passa da un sentiero immerso nel bosco, ad una zona con vegetazione bassa, tra la quale ti senti come se fossi un Hobbit e ti sembra di essere letteralmente dentro il film. Un paesaggio meraviglioso che lo diventa ancora di più quando arriviamo a vedere anche il  lago Taupo sullo sfondo. Si continua a camminare fino a che, come per magia, ad un certo punto del trekking si apre davanti a noi, Mordor esattamente come lo abbiamo  immaginato, dove dominano il colore marrone ed una vegetazione brulla. Un paesaggio che mai e poi mai avresti pensato esistesse veramente. Ad un certo punto vedi qualcosa, che in un primo momento, davanti a tanta bellezza, ti era sfuggito, ti trovi nel Cratere Centrale.  Tutto è marrone ad eccezione del cratere rosso, che con il suo colore rosso spicca. Sullo sfondo si nota la montagna  Ngauruhoe il cui nome non dice nulla di nessuno, a meno che non lo chiamiamo il Monte Fato che allora si che, sempre grazie alla sua apparizione cinematografica nel film il Signore degli Anelli, tutti lo conosciamo.

Per ultima cosa notiamo anche il colore smeraldo intenso dei Laghi che contribuiscono a rendere questo paesaggio quasi irreale.

Per un fan sfegatato del Signore degli Anelli ed anche per chi come me, non lo è, questo trekking è senza dubbio uno dei trekking più belli che si possano fare.