Turismo, Bernabò Bocca: “Fatturato e occupati in drastico calo”

Pubblicato il 20 Ottobre 2010 2:00 | Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre 2010 17:39

Calo dei fatturati delle imprese del settore e conseguentemente anche dell’occupazione (-2,6%), diminuzione dei passeggeri del 17% in due anni a danno del turismo organizzato, problemi di accesso al credito e di pagamento di forniture: il quadro fornito dal presidente di Confturismo, Bernabo’ Bocca, e’ pesante: ”dobbiamo partire da qui – ha detto Bocca – i sogni sono solo velleita”’.

E ha chiesto che la Conferenza nazionale del turismo si riunisca piu’ spesso rispetto alla volta ogni due anni prevista dalla legge; ”in due anni cambia il mondo” o che si torni a convocare, come si faceva anni fa, il Comitato nazionale del turismo, perche’ serve ”un punto fisico di incontro di tutti gli attori del settore”, anche per dare forza ad un comparto ”la cui lobby non e’ forte come quella di altri”.

Del resto anche l’Enit, l’Ente nazionale del turismo, ”e’ da troppo tempo sotto una gestione commissariale, chiediamo tempi certi affiche’ venga ricostituito il Cda”. ”La governance del settore non ci interessa – spiega Bocca – ed e’ ormai evidente a tutti che all’estero la promozione deve vedere agire un soggetto unico mentre in Italia sono importanti gli enti locali ma la macchina che si era messa in moto si e’ presto inceppata”. Infine l’introduzione dell’odiata imposta di soggiorno: ”non si puo’ pensare di risolvere il deficit delle casse pubbliche spremendo un settore che gia’ tanta poca attenzione ha avuto. Cosi’ non va, non e’ certo questa l’attenzione che ci aspettavamo dal governo”, conclude Bocca.