TURISMO: BROSIO LANCIA IL “TREKKING DEL CRISTO PENSANTE”

Pubblicato il 10 Giugno 2010 18:54 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2010 16:03

Quattro giorni di vacanza nelle zone di montagna del Trentino abbinate a riflessioni religiose e attività spirituali. E’ la proposta del giornalista Paolo Brosio legata al primo raduno del “Primo trekking del Cristo pensante” in programma dal 26 al 29 giugno in Val di Fiemme e a San Martino di Castrozza (Primiero-Vanoi), in Trentino.

Al centro vi è la statua del Cristo Pensante sulla Cima del Monte Castellazzo, a cavallo delle due vallate trentine, a 2.333 metri di quota. Un progetto voluto da Pino Dallasega, istruttore di nordic walking rimasto colpito dalla visione di un islamico che pregava al cospetto delle montagne. “Di qui l’idea – spiega – di porre la grande statua in quota come momento di riflessione per tutti coloro che ci si avvicinano”.

La zona è raggiungibile con attrezzatura da trekking ed è divenuta luoghi di visita. Ora l’iniziativa di Brosio che, convertitosi alla Madonna dopo un viaggio a Medjugorje, vuole proporre questo trekking tra le Dolomiti ovvero tra le “cattedrali a cielo aperto nelle quali si vede la mano di Dio”. All’iniziativa – dice Brosio – hanno già aderito 500-600 persone della Versilia, ma pullman sono attesi dal Nord Italia.