Turismo dei suoni. Anche i non vedenti potranno “scoprire” le bellezze di Siena

Pubblicato il 9 Settembre 2010 1:00 | Ultimo aggiornamento: 13 Settembre 2010 18:19

Cinque itinerari sonori permetteranno anche ai non vedenti di conoscere le bellezze di Siena. Grazie all’iniziativa ”Turismo dei Suoni” si potrà vivere il ”Buongoverno” di Ambrogio Lorenzetti con i suoni e i dialoghi dei personaggi rappresentati nell’affresco, oppure, entrando in Piazza del Campo, ci si ritroverà in mezzo alla folla che assiste al Palio avvolti dai rintocchi del campanone, le note delle chiarine, il rullo dei tamburi, la corsa dei cavalli, le urla dei contradaioli e i canti della Contrada vittoriosa.

Per dare ai non vedenti e ipovedenti una rappresentazione efficace dei luoghi visitati, l’itinerario sonoro è arricchito anche da percorsi tattili, olfattivi e gustativi. Tutte le tracce sono state tradotte anche in inglese, francese, spagnolo e tedesco e saranno gratuitamente scaricabili dal sito della sezione di Siena dell’Unione Ciechi e Ipovedenti a partire da ottobre.

”Il turismo dei suoni è capace di regalare emozioni – lo descrive l’ideatrice Donatella Cinelli Colombini, assessore comunale al turismo – Una traccia sonora accompagna il visitatore non vedente con descrizioni, ma soprattutto con suoni, voci, musiche, registrazioni dal vero che lo portano a diretto contatto con la vita vissuta della città e alla scoperta delle meraviglie di ogni luogo visitato”.