TURISMO: KLAUS DAVI, “LA STAMPA ESTERA CONTRO TOSCANA”

Pubblicato il 22 luglio 2010 1:15 | Ultimo aggiornamento: 21 luglio 2010 15:28

‘Connazionali non andate in Toscana”. Secondo una ricerca sulla stampa estera condotta dal massmediologo Klaus Davi, potrebbe essere sintetizzata con questo slogan la campagna che alcune testate starebbero conducendo contro la Toscana. Davi riferisce che ”il monitoraggio della stampa internazionale svolto dalla societa’ ‘Nathan Il saggio”’ indicherebbe che ”a scendere in campo e’ stato il settimanale tedesco ‘Die Zeit”’.

”Un reportage di Tomahs Kapielski – spiega una nota – segnalava solo qualche settimana fa che ‘Visitare la Toscana ha lasciato in me cicatrici d’odio nei confronti dell’Italia, del turismo in generale. Sono stato costretto a vedere le torri di San Gimignano pagando un panino col salame uno sproposito. Meglio guardare Firenze sui libri che andarci di persona”’. ”Quella della Zeit (oltre 490 mila copie vendute e quasi 2 milioni di lettori) in Germania – prosegue il comunicato – e’ forse una voce isolata? Non proprio. Il quotidiano Die Welt (vicino ad Angela Merkel, 250.000 copie al giorno) scende in campo contro l’Isola d’Elba. ‘Andare in Toscana costa caro perche’ i pedaggi delle autostrade italiane sono tra i piu’ cari d’Europa.

Si calcoli che per andare a Pisa si pagano piu’ di 40 euro dal confine italiano. Una localita’ come l’Elba e’ raggiungibile solo col traghetto con prezzi non abbordabili e orari per niente comodi. Evitate”’. Klaus Davi cita, tra i giornali ‘nemici’ della Toscana, anche il Times e la Lippische Landes Zeitung.