Turismo: la Francia punta sul nudismo

Pubblicato il 12 agosto 2010 2:40 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2010 18:36

Nudismo e’ bello: a dirlo questa volta non e’ la solita associazione per la difesa dei naturisti, ma il nuovo Ente nazionale del turismo francese (Atout France), lanciato lo scorso anno da Herve Novelli, segretario di Stato del presidente Nicolas Sarkozy, che ora vuole svecchiare l’immagine dei nudismo,un po’ superata e demode’, presentandolo come uno dei modi migliori di andare in vacanza rispettando l’ambiente.

Non e’ un caso che sia proprio la Francia a scommettere sui turisti senza costume da bagno. Visto che e’ proprio questa la loro prima destinazione al mondo, con una media di 1,5 – 2 milioni di adepti nei mesi estivi, di cui la meta’ stranieri. Nonostante il primato, tuttavia, la ‘vecchia guardia’ dei naturisti, dopo il boom del ’68, sta ormai invecchiando e il numero delle nuove leve stenta a decollare. Secondo un sondaggio, solo il 16% dei francesi si dice pronto a tentare quest’esperienza. Cosi’,Parigi ha lanciato un sito internet nuovo di zecca(www.naturisteparnature.fr) il cui obiettivo e’ rivoluzionare l’immagine del naturismo – lontano dagli eccessi dil Cap d’Agde, la localita’ naturista ‘cult’ nel sud della Francia dove tutto sembra essere concesso – e attirare un nuovo pubblico, evidenziando i vantaggi di un turismo rispettoso dell’ambiente.

”Il naturismo, e’ nella nostra natura”, recita lo slogan del sito. E ancora: ”Vacanze naturiste: il benessere integrale: immaginate un paese meraviglioso, con una vegetazione tutelata, il sole dolce e il mare tonificante”. ”Le persone al vostro fianco – prosegue l’ente nazionale della Francia – sono calme e distese. Sorpresi da questo nuovo stile di vita, cercate una spiegazione razionale a tutto cio’. E il solo elemento che trovate e’ la scomparsa dei vestiti….non un solo centimetro di tessuto per chilometri! Questo mondo esiste, e’ a portata di mano, e’ il naturismo”

. Il sito di ‘Atout France’ presenta anche una carta del paese con tutti i siti dove è possibile fare naturismo, non solo spiagge, ma anche laghi, fiumi e montagne. C’e’ anche un test per scoprire se si e’ pronti ad una vera vacanza senza veli, in ”coppia o in famiglia”. Infine, illustra agli utenti informazioni pratiche per chiunque sia interessato. ”Il messaggio della campagna e’ il seguente: i naturisti non sono anormali, non sono degli esibizionisti”, dice Gilbert Marty, vicedirettore marketing di Atout France, secondo cui naturismo significa ”vivere in armonia con la natura”’. ”Se amate la natura, se siete legati al rispetto dell’ambiente, la sola opzione e’ sfilare il costume da bagno”, aggiunge. Identico messaggio arriva da Frederic Chandelie, della Federazione francese dei naturisti (Ffn): ”I pionieri del naturismo furono dei precursori degli ecologisti”. Ma la strada per la conquista di nuovi adepti e’ tutta in salita, soprattutto nei Paesi dell’Europa latina. ”E’ una questione di mentalita’: nei Paesi nordici la nudita’ e’ accettata meglio: piu’ si scende a sud e piu e’ difficile”, taglia corto Chandelier.