TURISMO: PRESENTATA A BRUXELLES LA BORSA INTERNAZIONALE DELLE MOSTRE

Pubblicato il 14 luglio 2010 1:15 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2010 13:35

– Il progetto International Art Museum Exposition Exchange, Borsa Internazionale delle Mostre (Bim) e’ stato presentato a Bruxelles alla Commissione e al parlamento Ue, dal presidente di Confcultura, Patrizia Asproni. La Bim si propone di creare uno spazio internazionale dove la piu’ vasta offerta al mondo di beni culturali e artistici, posseduta dall’Italia, potra’ incontrarsi e dialogare con i protagonisti della domanda a livello mondiale, espressa dagli organizzatori di mostre, di grandi manifestazioni d’arte, dagli operatori del turismo culturale.

Il progetto e’ stato accolto con molto interesse da Philippe Brunet, capo di gabinetto del Commissario Ue alla Cultura Andreulla Vassiliou e dagli eurodeputati Magdi Cristiano Allam e Marco Scurria, membri della Commissione Cultura del Parlamento europeo. ”La Borsa internazionale delle Mostre, e’ destinata a rappresentare il piu’ grande evento dedicato al settore, unico al mondo per dimensioni e capacita’ di offerta”, ha spiegato Patrizia Asproni, ricordando che il progetto ha trovato lo strumento attuativo grazie alla costituzione di una Fondazione che vede soci fondatori Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, Federturismo Confindustria e Confcultura, l’associazione confindustriale delle imprese che gestiscono i servizi per la valorizzazione, fruizione e promozione del patrimonio culturale.

La Fondazione sta gia’ muovendo i primi passi nella direzione di coinvolgere diversi soggetti istituzionali. ”Con la Borsa Internazionale delle Mostre il potere contrattuale dell’Italia sul proprio patrimonio d’arte, che oggi alimenta grandi mostre ed eventi in tutto il mondo, e’ destinato a rafforzarsi”, ha sottolineato la Asproni. ”Il nostro scopo, infatti, e’ creare uno strumento che consenta di aumentare la redditivita’ dei beni culturali italiani e di utilizzarli come leva di marketing territoriale. Cio’ significhera’ favorire l’attrazione di nuovi investimenti sul territorio e improntare strategie di sviluppo coerenti con la valorizzazione e messa in efficienza delle risorse locali”. La prima edizione della Borsa, che avra’ cadenza annuale e sara’ itinerante, e’ fissata gia’ nel 2011, mentre per il 2015 vi sara’ un’edizione speciale a Milano in occasione dell’Expo.