Vacanze in città? Per gli esperti cambiare le abitudini estive fa bene

Pubblicato il 5 agosto 2012 12:35 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2012 13:23

Estate in città ROMA, 5 AGO – Le tanto attese ferie sono arrivate: milioni di italiani si apprestano a partire ma molti trascorreranno le vacanze in città: nella giornata di sabato 4 agosto Federalberghi ha divulgato dei dati preoccupanti in cui emerge che la crisi si mangia l’esodo di agosto: le partenze diminuiscono infatti del -29,5 per cento e gli incassi del22 per cento.

Per gli esperti però, non si tratta assolutamente di una rinuncia: per ben 8 esperti su 10 passare infatti vacanze diverse dalle abitudini consolidate fa bene alla vita. E’ quanto emerge da uno studio promosso da Nescafé Changing Lab, condotto attraverso una serie di interviste a psicologi, sociologi, esperti di tendenze e opinion maker, che hanno analizzato gli aspetti positivi del trascorrere le vacanze in città e cambiare le proprie abitudini estive.

Psicologi ed esperti concordano nell’affermare che quest’estate sarà all’insegna del ‘Changing’, lo stile di vita che dopo esser diventato tendenza in tutto il mondo approda anche nel Belpaese. Per i sociologi il cambiamento, specie per tutti coloro che si troveranno a passare l’estate in città, è una vera e propria terapia di vita che aiuta a scoprire se stessi (35 percento), tiene la mente sempre allenata (21 percento), fa aumentare l’autostima (24 per cento) e trasmette positività (17 percento). Inoltre permette di apprezzare maggiormente, rispetto all’inverno, il posto in cui si vive (43 percento), di conoscere zone inesplorate della città e inaccessibili con l’ordinario traffico cittadino (37 percento) e a riappropriarsi dei propri spazi e delle proprie zone preferite (51 percento).