Viaggi all’Elba: limitazioni e opportunità dopo il coronavirus

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Giugno 2020 13:59 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2020 13:59
Viaggi all'Elba: limitazioni e opportunità dopo il coronavirus

Viaggi all’Elba: limitazioni e opportunità dopo il coronavirus

Il momento più brutto della pandemia sembra essere alle spalle, e ora le persone hanno voglia di tornare alla normalità. Il che vuol dire anche tornare al mare, così da trascorrere la stagione estiva sulle spiagge italiane più belle. Via mare, per esempio, si può raggiungere una delle località più suggestive del nostro paese: l’isola d’Elba. Ma saranno previsti degli accorgimenti particolari per chi vorrà trascorrere un periodo di villeggiatura sull’arcipelago Toscano?

Éer il viaggio non c’è da preoccuparsi, tutti i traghetti Elba in viaggio verso l’arcipelago vengono sottoposti a sanificazione grazie all’impiego di prodotti a norma. A bordo, inoltre, ci sono dispenser che contengono soluzioni disinfettanti che permettono di igienizzarsi le mani. Per i passeggeri in arrivo o in partenza dal porto di Piombino non sono previste restrizioni né si attuano controlli particolari. Nel corso delle operazioni di imbarco viene assicurato il distanziamento sociale, così come nella sala poltrone e nel garage. I passeggeri hanno la possibilità di sedersi rispettando la giusta distanza, fermo restando che la traversata può essere affrontata anche sul ponte all’aperto.

Come è cambiata l’Elba dopo il coronavirus

L’isola è aperta a tutti a partire dal 3 giugno, sempre che nei prossimi giorni non si verifichino situazioni di emergenza che porteranno a provvedimenti regionali o governativi su una linea differente. Le strutture ricettive, poi, hanno aperto già dal 18 maggio: ciò significa che chi ha in mente di prenotare una vacanza ha già l’opportunità di farlo. In Toscana già da alcune settimane è prevista la possibilità di spostarsi senza che ci sia bisogno di autocertificazione e in completa libertà. Fino al 3 giugno l’Isola d’Elba era aperta unicamente ai residenti in Toscana, mentre ora non ci sono restrizioni da questo punto di vista.

Perché scegliere l’Isola d’Elba per andare in vacanza

Le ragioni per scegliere l’Isola d’Elba per le proprie vacanze sono davvero tante: più di 300 chilometri di sentieri da percorrere in bici o a piedi, per esempio, ma anche oltre 150 spiagge tutte differenti e un vasto assortimento di grandi spazi aperti nella natura. Che si abbia voglia di un viaggio culturale, di una vacanza balneare, di un’esperienza gastronomica o di una gita sportiva, questa è in ogni caso la meta che merita di essere presa in considerazione. Va detto, poi, che quest’anno quasi tutte le strutture permettono di cancellare in caso di necessità una prenotazione fino a due settimane prima dell’arrivo in maniera gratuita. Non solo: qualora l’annullamento del soggiorno derivasse da comprovati motivi, quale la chiusura dei confini di una regione, la maggior parte delle strutture provvederà alla restituzione della caparra o comunque arriverà un voucher che potrà essere utilizzato in seguito.

Fare il bagno all’Isola d’Elba

Per quel che riguarda la vita in spiaggia e la possibilità di fare il bagno, non dovrebbe cambiare molto rispetto agli anni passati. Sull’isola, infatti, viene assicurata per le spiagge libere la totale accessibilità, a titolo gratuito, e anche gli stabilimenti balneari saranno aperti. Come è naturale, l’accesso e la fruizione delle spiagge dovranno avvenire nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e delle misure finalizzate alla salvaguardia della salute pubblica. La Regione Toscana invita a tenersi a distanza di almeno 1 metro e 80 centimetri dalle persone. Per quanto concerne il distanziamento tra gli ombrelloni, poi, per ognuno di essi dovrà essere garantito uno spazio di 10 metri quadri. Le attrezzature da spiaggia, invece, dovranno essere distanziate di almeno 1 metro e mezzo se non saranno collocate nel posto ombrellone.

I controlli anti Covid

Le strutture ricettive dell’isola si attengono con la massima attenzione alle indicazioni contenute nel Decreto che è entrato in vigore lo scorso 18 maggio e seguono i controlli anti Covid con eccezionale scrupolo. Questo significa, tra l’altro, che la pulizia e la disinfezione vengono garantite in tutti gli alloggi, così come si seguono le diverse raccomandazioni di carattere comportamentale e igienico per il distanziamento tra le persone allo scopo di prevenire e attenuare la diffusione del coronavirus.

Il comportamento in mare

All’Isola d’Elba si potrà fare il bagno in mare; più in generale, non ci saranno limitazioni per la pratica degli sport acquatici individuali come il windsurf, il kitesurf, il surf e il nuovo, ovviamente sempre tenendo conto delle norme di distanziamento sociale. Diverso è il caso del beach soccer, del beach volley e di tutti gli altri sport di gruppo da cui possono derivare assembramenti.

I mezzi di trasporto pubblici

Non ci sono cambiamenti per gli autobus, sia urbani che extraurbani, i cui viaggi avvengono con i tradizionali orari. Per ottenere informazioni al telefono è comunque possibile chiamare il numero 800 556060, o in alternativa contattare il 1500, cioè il numero di pubblica utilità del Ministero della Salute. Nel caso in cui si sospetti di essere stati contagiati è necessario telefonare subito per conoscere le norme da rispettare e i comportamenti da adottare.