Viaggi con Coupon, albergatori non soddisfatti

Pubblicato il 6 Dicembre 2011 19:42 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2011 19:47

ROMA – Uno dei settori piu' importanti nel Couponing e' rappresentato dai viaggi. Ne propongono a dozzine, dal bed and breakfast all'hotel di lusso, i principali player del social buying, con la distinzione che Letsbonus e' esso stesso tour operator, mentre sia Groupalia che il leader italiano Groupon si appoggiano ad agenzie di viaggi locali o direttamente alle strutture alberghiere. Il 65% degli albergatori non sarebbe pero' soddisfatto delle condizioni contrattuali e per l'80% le commissioni sarebbero eccessive: e' quanto emerge da una ricerca appena presentata al Bto – Buy Tourism Online, l'evento sul mondo del travel via internet in corso a Firenze.

Secondo i risultati del panel svolto da Wtm sugli albergatori sarebbero troppo residui i margini di guadagno delle operazioni di Flash Deals coprendo a malapena i costi. Tuttavia se un 36% degli intervistati dichiara di non voler ripetere l'esperienza, un altrettanto 36% intende replicarla considerandola in parte uno strumento di marketing per far conoscere la struttura, in parte una leva promozionale per contribuire al riempimento dell'hotel.

Anche le opinioni sulla capacita' di fidelizzare i clienti si compensano: le percentuali di chi pensa che Groupon e gli altri fidelizzino e' pari a quella di chi pensa il contrario. Sui consumatori invece non ci sono al momento dati, continuano a considerare imperdibili le offerte proposte pur accettando qualche problema organizzativo come limitazioni delle date e servizi non sempre all'altezza.