Wild Atlantic Way: l’Irlanda on the road

di Francesca Campigli di ilturistainformato.it
Pubblicato il 14 Novembre 2015 7:56 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2015 21:58

di Francesca Campigli di ilturistainformato.it

Il modo migliore per visitare l’Irlanda? Io ti suggerisco di noleggiare un auto e perderti nelle sue campagne!

Sono stata in Irlanda 3 volte: la prima mi sono concentrata su Dublino, la seconda ho noleggiato un auto e ho fatto una visita anche alle contee vicine (oltre a rinfrescarmi Dublino), l’ultima volta ho percorso un tratto della Wild Atlantic Way.

Che cosa è la Wild Atlantic Way? E’ la strada costiera più lunga del mondo, ben 2.500 km, tutta la costa ovest irlandese, dal nord del Donegal, fino a sud alla contea di Cork!

E’ una distanza importante e non si viaggia certo in autostrada, ma in strade costiere a volte strette, attraversando parchi naturali e con pecore che tagliano la strada.

Farla tutta è il mio sogno, ma devo essere realista: per goderti il viaggio servono molti giorni. Il mio consiglio: scegli 2 o 3 contee da visitare e concentrati su quelle.

Personalmente ho visitato la contea di Mayo e Galway, comprese le Aran Island, volando su e da Dublino.

Ecco la mappa con il mio percorso:

 

Le tappe imperdibili della Wild Atlantic Way

Nella Contea di Mayo ti consiglio vivamente di visitare i Ceide Fields: campi antichissimi (di oltre 5.000 anni fa) recitanti da muretti in pietra usati per far pascolare il bestiame. Passeggiare sulla passerella in legno in mezzo a questi resti è affascinante, sia per i colori presenti, sia per l’atmosfera che si respira. Il paesaggio poi è favoloso: scogliera a picco sul mare alta 113 metri risalente a oltre 300 milioni di anni fa.

Cong & Ashford Castle: la principale attrazione gratuita della cittadina di Cong è la sua Abbazia risalente al XII secolo, della quale puoi visitare il chiostro e quel che resta dell’interno. Invece, la principale attrazione a pagamento è Ashford Castle e la sua Scuola di Falconeria. L’antico castello medievale è oggi un bellissimo hotel 5 stelle, con bar, ristorante, laghetto e campo da golf. Grazie alla Scuola di Falconeria potrai fare la Hawn Wals, una passeggiata nel bosco con istruttore e qualche falco che potrai ammirare da molto vicino: direttamente sul tuo braccio!

Altra tappa assolutamente obbligatoria: le Aran Islands e le Cliff of Moher! Nella baia di Galway si trovano le 3 isole Aran: Inis More, Inis Meáin e Inis Oírr. Puoi raggiungerle con 20 minuti di traghetto oppure con un volo panoramico su un piccolo aereo per ammirare dall’alto anche le Cliff oh Moher, che ti consiglio vivamente di vedere anche dal basso! Panorami fantastici, natura selvaggia, colori brillanti: ti arriva tutto senza filtri e ti resta impresso negli occhi. Ho amato questa tappa del mio viaggio.

A causa del maltempo non sono riuscita a visitare Achill Island, ma è assolutamente da includere nelle tappe imperdibili.

Se ami le dimore storiche ti suggerisco Strokestown Park e Westport House. La prima è una villa del 18 secolo perfettamente mantenuta con arredi e oggetti dell’epoca (la cucina è sorprendente!), giardini bellissimi e il Famine Museum (il museo della carestia) che ripercorre la grande carestia irlandese del 1840. La seconda, Westport House, è la residenza della famiglia Brown aperta al pubblico con attrazioni per le famiglie e parchi tematici.

In Irlanda del nord esiste anche la Causeway Coastal Route che collega Belfast e Derry-Londonderry: se ami i viaggi on the road e immergerti nella natura selvaggia, puoi scegliere tra ben 2 strade costiere: la Wild Atlantic Way e la Causeway Coastal Route!

L’Irlanda è un paese che va vissuto, respirato e guardato. Se cerchi paesaggi mozzafiato, tutte le sfumature di verde, il meteo ballerino, pub ad ogni angolo e persone sorridenti: questo è il posto giusto!

Questi sono alcuni spunti per organizzare il tuo viaggio percorrendo la Wild Atlantic Way. Se vuoi vedere altre foto, video e leggere altre informazioni, visita il mio blog, nella sezione Wild Atlantic Way.