Alberto da Giussano, il ritorno: Giorgetti e Morisi lo espongono a via Bellerio VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 maggio 2019 7:32 | Ultimo aggiornamento: 27 maggio 2019 7:32
Alberto da Giussano, il ritorno in casa Lega: Giorgetti e Morisi lo espongono a via Bellerio VIDEO

Alberto da Giussano, il ritorno: Giorgetti e Morisi lo espongono a via Bellerio VIDEO

ROMA – La Lega rispolvera Alberto da Giussano. Il simbolo della Lega Nord della prima ora, quello che rappresentava il Nord contro il Sud, quello che ricorda i tempi di Bossi e Borghezio. La statua è stata esposta dalla finestra dell’ufficio di Salvini nella sede di via Bellerio. 

L’immagine fa il giro delle televisioni intorno alla mezzanotte, quando sono uscite le prime proiezioni, quelle che danno il partito oltre il muro del 30%. A esporla a favore di telecamere sono Giancarlo Giorgetti (vice di Salvini nel partito nonché sottosegretario alla Presidenza del Consiglio) e Luca Morisi, la ormai famosa “bestia” (il gran capo della struttura social di Salvini). E non importa se le europee hanno incoronato la Lega come primo partito d’Italia (più votato dal Nord fino al Lazio compreso), sdoganandolo da quella connotazione “nordista” che ci ricorda i tempi della secessione e delle ampolle sul Po. Per una sera, il ricordo delle origini ha la meglio.

Insieme alla statua esposto a favore di telecamera anche un uovo di Pasqua del Milan. Nel suo ufficio al primo piano della sede di via Bellerio, Salvini sta festeggiando il risultato della Lega con i suoi vice Giancarlo Giorgetti e Lorenzo Fontana, oltre a Claudio Borghi e i suoi più stretti collaboratori Luca Morisi e Andrea Paganella.

5 x 1000

Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev.