Angelica Grivel, modella candidata alle elezioni regionali in Sardegna VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 febbraio 2019 14:05 | Ultimo aggiornamento: 20 febbraio 2019 14:05
Sardegna, la modella Angelica Grivel si candida per le elezioni regionali VIDEO (Agenzia Vista)

Angelica Grivel, modella candidata alle elezioni regionali in Sardegna VIDEO (Agenzia Vista)

CAGLIARI – Angelica Grivel si è candidata alle prossime elezioni regionali in Sardegna. La ragazza appena maggiorenne è originaria di Ulassai e nella vita fa la fotomodella. Ha deciso di correre alla prossime elezioni con la lista di Centrosinistra di Massimo Zedda. Nel video la ragazza parla dell’importanza che ha per lei la scrittura. Ne parla come se questo fosse uno dei suoi principali interessi, anche se digitando il suo nome su Google non è immediato trovare materiale scritto a sua firma: 

“Ho sempre manifestato una pedante, impulsiva anche attrazione per l’osservazione del mondo attraverso la mia scrittura. La scrittura giornalistica in primis e la scrittura narrativa poi anche se io in realtà le pongo in maniera diversa, invertita. Mi hanno scelta forse perché i miei ideali materni, me li ha trasmessi mia madre, sono il codice delle quattro D che ho reso famoso ovunque cioè praticamente ormai l’ho scritto in ogni mio testo, faccio in modo che emerga il codice delle quattro D. Si chiamano determinazione, disciplina, decoro, dignità”.

Poi aggiunge: “L’altra cosa fondamentalmente che ho instillato in me sin da bambina è il fatto di essere forte e risoluta con i forti e più compassionevole, empatica con le persone che non riescono a manifestare i propri sogni, i propri desideri, le proprie aspirazioni… ho scelto di accettare perché ci tengo perché voglio che ci sia di nuovo fiducia. Ho fatto della mia campagna elettorale un qualcosa che non fosse un bombardamento mediatico su Facebook. Ho deciso di farlo in un porta a porta costante perché la mia missione, il mio progetto è quello di dialogare con le persone”. 

 Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev.