Che Tempo che fa, Anthony Fauci: “Vaccino anti-Covid sicuro non prima dell’inizio del 2021” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Settembre 2020 18:24 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2020 18:44
Intervista Anthony Fauci a Che Tempp Che Fa

Che Tempo che fa, Anthony Fauci: “Vaccino anti-Covid sicuro non prima dell’inizio del 2021”

A Che Tempo Che Fa, tra gli ospiti c’è il virologo Usa consigliere di Trump, Anthony Fauci. Che spiega; “Vaccino anti-Covid sicuro non prima dell’inizio del 2021”.

Anthony Fauci: “Vaccino anti-Covid sicuro non prima dell’inizio del 2021”. Il virologo parla in collegamento a Che Tempo Che Fa, il programma Rai condotto da Fabio Fazio. che quest’anno compie 18 anni.

Oltre a Fazio, in studio a Milano c’è il collega Roberto Burioni. Spiega Fauci: “Non è possibile dare una risposta definitiva alla domanda su quando arriverà il vaccino sul Covid. Dipenderà tutto da quei vaccini che attualmente sono sotto esami per verificare se sono sicuri ed efficaci”.

“Gli Stati Uniti non sono gli unici che stanno facendo questo sforzo. Faccio un esempio sugli Usa, che penso possa essere esemplificativo anche per il resto del mondo”.

“Ci sono 6 vaccini che in questo momento vengono sottoposti a esami per la sicurezza ed efficacia. Ben 4 di questi sono già alla fase 3, quindi il trial clinico avanzato per determinare sicurezza ed efficacia”.

“Visto il livello di infezione negli Usa e il grandissimo numero di persone che sono oggetto di studio, possiamo dire che potremo sapere la probabilità della loro efficacia entro novembre o dicembre di quest’anno”.

“È possibile magari saperlo prima, a ottobre, ma non è molto probabile. Ho la sensazione di poter essere cautamente ottimista e dire che avremo un vaccino sicuro per gli Usa e il resto del mondo, compresa l’Italia, più o meno all’inizio del 2021”.

“Ci son già alcune aziende che stanno iniziando a produrre dosi per questo vaccino. Se questo vaccino davvero risulterà efficace per la fine del 2020, saremo in grado di distribuirlo a chi ne ha più bisogno”.

Tra loro, spiega Fauci, c’è “il personale medico e paramedico, le persone di età avanzata, le persone con patologie concomitanti, alla fine del 2020 o all’inizio del 2021”.

“Non dovremo mai smettere di essere preoccupati e di implementare le misure di protezione non solo finché non avremo il vaccino, ma anche dopo” (fonte: RaiPlay).