Conte al direttore di Agenzia Vista: “La seguo sempre nei suoi servizi con la treccina” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Febbraio 2020 15:20 | Ultimo aggiornamento: 14 Febbraio 2020 15:22
conte intervista agenzia vista

Conte al direttore di Agenzia Vista: “La seguo sempre nei suoi servizi con la treccina”

ROMA – A Palazzo Chigi prende la parola Alexander Jakhnagiev, il direttore dell’Agenzia Vista, che rivolge  una domanda al premier Conte. Quest’ultimo replica così: “La seguo sempre nei suoi servizi con la treccina“. Il riferimento è alla capigliatura di Jakhnagiev, il quale ha una lunga treccina in cui sono legati i capelli.

Il siparietto è andato in scena durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi al termine del Consiglio dei Ministri che ha dato il via libera alla riforma del processo penale.

Cambio di ruoli, Salvini intervista Alexander Jakhnagiev.

Lo scorso novembre, durante una puntata di “Camera con Vista” in onda su La7 e condotta dal direttore di Vista, Matteo Salvini si era messo ad intervistare Alexander Jakhnagiev. In questo caso, ad ironizzare sull’ormai nota treccina era stato il leader della Lega.

Il cambio di ruoli era accaduto al termine della registrazione di una puntata in cui le telecamere de La7 erano andate a frugare nella libreria di Salvini che si trova all’interno del suo ufficio al Senato del leader della Lega. 

Su un tavolo, le telecamere avevano ripreso un anno di ministero dell’Interno: stemmi di polizia di Stato, polizia ferroviaria, vigili del fuoco. “Un pezzo di cuore che ho lasciato lì”, spiegava Salvini.

Alcuni passi avanti ed era comparsa una libreria che sembrava una vetrina di un bazar: gagliardetti del Milan, libri, piatti in ceramica, souvenir, all’interno di una piccola botte c’era pure un presepe e  una ruspa su un ripiano. “Questo è un coltello che mi hanno regalato particolari forze dell’ordine,” ha raccontato il leader della Lega indicando i vari oggetti sullo scaffale.

C’era poi anche una bottiglia di champagne e le immancabili felpe in apposite grucce appese sui ripiani della stessa libreria bianca. Poi una sfilza di rosari.  

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev