Coronoavirus, a Fiumicino controlli con i termoscanner anche sui passeggeri dei voli nazionali VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Febbraio 2020 15:01 | Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio 2020 15:06
Coronoavirus termoscanner fiumicino

Coronoavirus, a Fiumicino controlli con i termoscanner anche sui passeggeri dei voli nazionali

ROMA –  Coronavirus, procedono i controlli con i termoscanner su tutti i passeggeri in arrivo all’aeroporto Fiumicino. 

All’aeroporto di Roma ci sono i termoscanner anche per gli arrivi dei voli nazionali. In tutto sono stati installati 11 apparecchi di nuova generazione per rilevare la temperatura corporea: in particolare 5 termoscanner si trovano agli arrivi internazionali (T3), 3 agli arrivi europei (area Schengen), 3 agli arrivi nazionali. Nei pressi dei varchi dove sono installati i termoscanner ci sono cartelli che recitano: “Su indicazioni del Ministero della Salute verifichiamo la temperatura corporea tramite termoscanner.

“Questo dispositivo non è una telecamera e non rileva dati sensibili” spiegano in aeroporto. Il dubbio è sorto ad alcuni passeggeri in viaggio: i termoscanner di nuova generazione infatti somigliano a telecamere e sono posizionati in alto. La posizione serve al personale della Croce Rossa che riceve i dati sulla temperatura corporea dei passeggeri su dei tablet collegati agli scanner. I passeggeri sono convogliati ai controlli in appositi corridoi delimitati da transenne.

La decisione di istallare scanner è stata presa la mattina di oggi, mercoledì 5 febbraio, dopo una riunione che si è tenuta al ministero della Salute alla presenza del ministro, Roberto Speranza.

Durante la riunione è stato fatto il punto della situazione sull’andamento del contagio in Cina e negli altri Paesi coinvolti e sono state verificate le implementazioni dei controlli su porti e aeroporti. È stato anche valutato il flusso di chiamate al numero 1500.

Fonte: Ansa, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev