Coronavirus, Salvini: “Manovra da 3,6 mld? E’ un’aspirina. Con meno di 50mld non si fa nulla” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Marzo 2020 11:43 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2020 11:45
salvini coronavirus aspirina

Coronavirus, Salvini: “Manovra da 3,6 mld? E’ un’aspirina. Con meno di 50mld non si fa nulla”

FOLIGNO (PERUGIA) – “Stanziare 3,6 miliardi di euro per soccorrere l’economia italiana, in ginocchio per il coronavirus, è come dare un’aspirina a chi ha la broncopolmonite. Servono almeno 50 miliardi”: è quanto ha detto a Foligno il leader della Lega, Matteo Salvini, incontrando la popolazione per sostenere la candidatura al Senato di Valeria Alessandrini, la candidata del centrodestra alle suppletive dell’8 marzo. “Il turismo è in ginocchio, già arrivano le disdette per luglio e agosto in Sardegna” ha aggiunto.

Il problema – ha evidenziato Salvini – non riguarda solo quei 10 comuni della Lombardia e del Veneto, ma è nazionale”. Da qui la richiesta non di “sospendere le tasse, ma di annullarle”. “Serve – ha detto il segretario della Lega – un piano di intervento straordinario per partite iva, artigiani e commercianti”. E sui tempi della gestione dell’emergenza coronavirus, Salvini ha ricordato che “noi chiedevano di chiudere le frontiere e far scattare le quarantene già il 30 gennaio scorso”.

 Nella giornata di domenica 1 marzo, Salvini era ad Orvieto ad un’iniziativa politico sempre a sostegno della candidata Valeria Alessandrini. Il leader della Lega, dal palco di Orvieto, parlando dell’emergenza coronavirus, ha mandato questo messaggio: “Non dobbiamo arrenderci” . 

“Siamo un grande Paese – ha sottolineato l’ex ministro dell’Interno – e supereremo anche questa, non rimanendo ostaggi di un virus. Ci sono medici e infermieri eccezionali ma invece di dargli una medaglia gli portiamo un’inchiesta”.

Fonte: Ansa, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev