Coronavirus, 13 studenti rientrati a Bari dalla Cina: “I controlli sanitari sono stati scarsi” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 31 Gennaio 2020 14:24 | Ultimo aggiornamento: 31 Gennaio 2020 14:32
coronavirus studenti rientrati a bari

Coronavirus, 13 studenti rientrati a Bari dalla Cina: “I controlli sanitari sono stati scarsi”

ROMA – Solo due controlli della temperatura e nessun controllo tra Parigi e Roma. Tredici ragazzi studenti del Politecnico di Bari, sono rientrati in Puglia dopo un viaggio studio in Cina. I giovani sono atterrati all’eroporto di Bari dopo aver fatto scalo a Parigi e Roma. Una vlta a terra gli studenti, tutti muniti di mascherine, hanno raccontato di aver subito pochi controlli. 

Ora dovranno aspettare 14 giorni: in questo periodo, i giovani resteranno in quarantena. Gli studenti raccontano di essere stati costretti a rientrare pur trovandosi lontano dalla città di Wuhan dove è scoppiata l’epidemia di Coronavirus.

“I controlli dovrebbero essere maggiori” rispetto alla sola misurazione della temperatura, raccontano gli studenti ai microfono di TRM, Televisione Radio del Mezzogiorno. La misurazione è avvenuta alla partenza e poi in aereo prima dell’arrivo a Parigi. 

Intanto in Italia è stato d’emergenza sanitaria. Si tratta di uno strumento che consente di velocizzare l’organizzazione degli strumenti per affrontare gli eventuali casi di diffusione del coronavirus, spiegano dal Ministero della Salute. I contenuti della delibera saranno stilati sia dalla Protezione civile che dal Ministero. La somma messa a disposizione dal Consiglio dei ministri consente anche di affrontare possibili spese: dal reclutamento di un numero maggiore di medici, all’affitto di un edificio per la sorveglianza sanitaria, ai mezzi per il trasporto di casi sospetti di virus polmonare. 

Fonte: TRM, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev