Coronavirus, Trump: “Italia in difficoltà. Valuteremo se bloccare i voli, non ora” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 Febbraio 2020 12:24 | Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio 2020 12:25
trump coronavirus italia

Coronavirus, Trump: “Italia in difficoltà. Valuteremo se bloccare i voli, non ora”

ROMA – “Al momento giusto potremmo limitare i viaggi da zone dei focolai [da coronavirus] ma non ora. Stiamo controllando le persone che arrivano nello specifico per il problema che stiamo affrontando. Stiamo controllando molte persone che vengono dalla Corea del Sud che è stata colpita abbastanza duramente, dall’Italia e ovviamente dalla Cina. Ma i numeri sembrano che stiano scendendo in Cina, che è una buona notizia.”

Così il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, rispondendo alle domande dei giornalisti durante la conferenza stampa sulle misure adottare dagli Stati Uniti per evitare il diffondersi del coronavirus. Per Trump le limitazioni potrebbero arrivare ma “al momento giusto” e “non ora”, ossia solo nel caso in cui la situazione precipitasse improvvisamente.

Trump non è l’unico ad ammettere che il nostro Paesesta incontrando “difficoltà” con l’emergenza coronavirus. Il Centers for Disease Control & Prevention americano ha ad esempio twittato che “è in corso una diffusione della community di #COVID19 nel #Italy e #Iran . Le persone anziane e le persone con patologie croniche dovrebbero considerare di posticipare il viaggio non essenziale in Italia e in Iran”.

Trump ha anche spiegato che negli Usa ci sono piani anche per quarantene su larga scala se necessario”. Il presidente ha spiegato che il coordinamento della risposta al virus è stato affidato al vice presidente Mike Pence, che comunque – ha sottolineato ancora Trump – non è uno “zar” come quello nominato dall’ex presidente Barack Obama per rispondere alla crisi dell’ebola: “Non lo è perché fa parte dell’amministrazione, e risponderà direttamente a me”.

Fonte: Ansa, Repubblica, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev