Detroit, neri manifestano per George Floyd. Spari da un suv, morto 19enne VIDEO

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 30 Maggio 2020 11:19 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2020 14:25
Detroit, neri manifestano per George Floyd. Spari da un suv, morto ragazzo 19enne VIDEO

Detroit, neri manifestano per George Floyd. Spari da un suv, morto 19enne (Foto da video)

ROMA – Detroit. Un suv si avvicina ai manifestanti neri, un finestrino si abbassa e si sente uno sparo: fuga a tutto gas e calca di manifestanti attorno a un corpo.

E’ il copro di un ragazzo di 19 anni. Il corpo è ancora agonizzante, ma in ospedale il ragazzo non ce la fa e muore. Gli spari erano indirizzati contro una folla di persone che stava manifestando per l’uccisione dell’afroamericano George Floyd. Quello morto a Minneapolis dopo che un agente (bianco) gli ha tenuto il ginocchio sul collo per 9 minuti.

Detroit, bilancio degli scontri: un morto e 40 arresti

Un morto e una quarantina di arresti, è il primo bilancio di una notte di scontri a Detroit. Il capo della polizia, James Craig, ha confermato l’uccisione di un ragazzo di 19 anni ​ucciso vicino a un grande raduno di manifestanti a Cadillac Square.

Tafferugli a Los Angeles: ferito un poliziotto

Un agente è rimasto ferito in alcuni tafferugli verificatisi a Los Angeles durante le proteste per l’uccisione di George Floyd a Minneapolis. Lo ha reso noto la polizia locale.

Le immagini di tv locali mostrano poliziotti scontrarsi con alcuni dimostranti che avevano vandalizzato l’auto di una pattuglia. Si vedono anche alcuni manifestanti scagliare detriti e un bidone della spazzatura durante la zuffa con le forze dell’ordine. La protesta ha bloccato anche una superstrada nel centro della città.

Georgia chiede lo stato d’emergenza

Il governatore della Georgia, Brian Kemp, ha dichiarato lo stato d’emergenza a Fulton County, dove si trova Atlanta, a causa delle tensioni e dei tafferugli durante le protest. Lo stato d’emergenza consente al governatore di attivare fino a 500 uomini della Guardia Nazionale “per proteggere la gente e i beni di Atlanta”.  (Fonti: Ansa, Agi e Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev)