Elezioni Marche, Meloni scherza sui social: “Mi rinfresco con Acqua…roli presidente” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Settembre 2020 10:00 | Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2020 10:02
giorgia meloni esulta per vittoria marche

Elezioni Marche, Meloni scherza sui social: “Ni rinfresco con Acqua…roli presidente”

Le Marche scelgono Acquaroli, il candidato del centrodestra indicato da Fratelli d’Italia. La Meloni, soddisfatta, scherza sui social: “Dopo l’intensa giornata mi rinfresco con Acqua…roli presidente”.

e Marche scelgono Acquaroli, il candidato del centrodestra indicato da Fratelli d’Italia. Giorgia Meloni, visibilmente soddisfatta di aver strappato una regione che ha sempre votato a sinistra, si disseta con un brick della campagna elettorale delle Marche e scherza: “Dopo l’intensa giornata mi rinfresco con Acqua…roli presidente”.

Francesco Asquaroli presidente delle Marche. Svolta storica nella regione

Il deputato di Fdi Francesco Acquaroli e il centrodestra conquistano le Marche: è la prima volta ed è una svolta storica per una regione da 50 anni governata dal centrosinistra in varie incarnazioni, da Dc-Psi-Pri degli anni ’70 e ’80, alle giunte a guida Pds, Ds, Pd dal 1995.

Non sono bastati gli appelli al voto utile dei big del Pd, tra cui Zingaretti e il ministro Gualtieri, arrivati nelle Marche.

E’ una rivoluzione che vede Acquaroli in netto vantaggio da subito con un distacco di circa 10 punti, che sembra vanificare gli interrogativi di una vittoria di Mangialardi e del centrosinistra nel caso di alleanza con M5s.

L’allenza Pd-M5s era stata caldeggiata dal sindaco Pd di Pesaro e presidente Ali Matteo Ricci ed anche dal premier Conte.

Il candidato pentastellato Mercorelli viaggia tra l’8 e il 9%, E’ una vittoria soprattutto per Fdi, che diventa il terzo partito delle Marche ed esprime il governatore.

La Lega si gioca il ruolo di primo partito, che al momento resta ancora il Pd.

Meloni: “Nelle Marche espugnata roccaforte di sinistra” 

Che le Marche sia stata una regione “fortino” della sinistra lo dice anche la Meloni. 

“Sono molto contenta che grazie a Fratelli d’Italia il centro-destra abbia strappato un’altra regone, tra l’altro considerata una roccaforte, alla sinistra con Francesco Acquaroli alla guida della Regione Marche”.

“Non era scontato e anche i dati di lista di Fratelli d’Italia sono obiettivamente ottimi”.

La presidente di Fratelli d’Italia parla su Rai Radio1 al Giornale radio. Sulla leadership del centrodestra,  replica: “E’ un tema che non mi ha mai appassionato. Il nostro interesse è che crescano tutti i partiti della coalizione”.

“L’obiettivo finale è arrivare al governo della nazione. Non vogliamo crescere a scapito dei nostri alleati ma a scapito dei nostri avversari”.

Infine sul referendum: “La vittoria del sì era scontata anche perché la legge è passata con i voti fondamentali dei partiti di opposizione, primo fra tutti di Fratelli d’Italia”.

“Il tentativo di politicizzazione del M5s per nascondere la débâcle delle regionali è ridicolo. Semmai va ascritta al M5s l’altissima percentuale di no, perché nel merito gli italiani sono tutti favorevoli ma moltissimi hanno votato no solo perché volevano mandare a casa loro” (fonte: Ansa, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev).