Leonardo Pieraccioni scherza sulla raccolta differenziata: “Non ci ho capito un c… Ora faccio una buca e…” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Febbraio 2020 12:21 | Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio 2020 12:24
Leonardo Pieraccioni raccolta differenziata

Leonardo Pieraccioni scherza sulla raccolta differenziata: “Non ci ho capito un c… Ora faccio una buca e…”

ROMA – Leonardo Pieraccioni e il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, b0tta e risposta sui social tra l’attore e il primo cittadino della cittadina in provincia di Firenze.

L’attore vive qui ormai da tempo. Nei giorni scorsi ha postato un breve video sul suo profilo Facebook, chiamandolo “Io ho un animo ecologista”. L’esordio del filmato è con questa frase: “E’ una notizia tremenda”. L’attore prosegue spiegando che nella zona in cui vive è arrivata la raccolta differenziata porta a porta: “Anche qui tra i lupi dove vivo io. Son venuto apposta qui per fare tutto un sacchettone e non aver problemi”. Alla sua porta hanno bussato gli addetti dell’azienda che si occupa della raccolta differenziata e gli hanno consegnato “16 barattoli e 18 buste”, scherza ancora Pieraccioni, che poi racconta di aver ricevuto i bidoncini per i vari tipi di materiale e le relative buste dove raccogliere la differenziata: “Mi hanno detto ‘Tu la devi mettere in fondo alla strada tutta divisa’ e loro la ritirano in questi orari e questi giorni. Non ci ho capito un c… Ora faccio una buca e butto tutto lì. Se mi dicono cos’è questa discarica abusiva, dico che c’era e va lasciata lì”.

Molti i commenti di solidarietà al video postato da Pieraccioni. Alcuni utenti hanno scherzato, altri gli hanno detto che prima o poi si abbituerà a questi cambiamenti. 

Francesco Casini è il sindaco di Bagni a Ripoli. Il primo cittadino ha risposto all’attore: “Oh Leonardo, te lo dice il tuo sindaco: è per un mondo migliore ed un Comune migliore. Ora che si fa il porta a porta anche in collina si arriva all’80% di differenziata”. Il sindaco ha proseguito scherzando: “Comunque per ora hai visto solo i cestini, vedrai quando vedi i nuovi operatori che la raccolgono come sono fighi”. 

Fonte: Facebook, La Nazione, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev