Lucia Azzolina: “La scuola a settembre riparte, lo dico con chiarezza” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Luglio 2020 14:05 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2020 14:08
Azzolina alla Camera

Ministra Azzolina: “La scuola a settembre riparte, lo dico con chiarezza”

Lucia Azzolina, il ministro dell’Istruzione spiega: “A settembre la scuola riparte”. Lo ha detto nel corso dell’informativa alla Camera.

Lucia Azzolina spiega: 

A settembre la scuola riparte. Voglio dirlo in quest’aula e ribadirlo con chiarezza per arrivare a tutte quelle famiglie che ci stanno ascoltando e che spesso sono travolte da toni allarmistici e apocalittici”.

“Ho firmato lo scorso 24 luglio – ha aggiunto il ministro – l’Ordinanza che stabilisce l’avvio delle lezioni dal 14 settembre, mentre dall’1 settembre, come previsto dall‘Ordinanza ministeriale del 16 maggio 2020, n. 11, si svolgeranno le attività di integrazione e recupero degli apprendimenti per tutte quelle studentesse e quegli studenti che non hanno raggiunto gli obiettivi previsti, ma anche per tutti quelli che i docenti vorranno coinvolgere”.

“Nuovi spazi per accogliere tutti”

“Nella riprogettazione di spazi ed ambienti educativi, dovranno essere seguite alcune accortezze educative, come la stabilità dei gruppi”, visto che “i bambini frequentano per il tempo previsto di presenza, con gli stessi educatori, insegnanti e collaboratori di riferimento”.

Ancora l’Azzolina:

“La disponibilità di uno spazio interno ad uso esclusivo per ogni gruppo di bambini – con i suoi rispettivi giochi ed arredi, opportunamente igienizzati”. 

“Comporterà la necessaria eventuale riconversione di tutti gli spazi disponibili in spazi distinti e separati per accogliere stabilmente gruppi di apprendimento, relazione e gioco”. 

“Basta con le classi pollaio”

“Lavoreremo per la riduzione del numero di alunni per classe. Basta con le classi sovraffollate, volgarmente dette classi pollaio”.

“Dovrà essere varato un piano di formazione del personale scolastico in grado di assicurare qualità e innovazione” ha detto ancora il ministro dell’Istruzione nel corso dell’ informativa urgente sui problemi della scuola in vista della riapertura a settembre. 

Virologo Andrea Crisanti: “Inizio scuola sfida di carattere logistico”

Al mnistro risponde indirettamente il virologo Andrea Crisanti ospite a “L’aria che tira estate” in onda su La7:

“Il rischio zero non esiste e anche l’inizio della scuola è una sfida di carattere logistico. Io come ho già detto credo che l’apertura della scuola debba essere basata sulla gestione del rischio”.

“All’interno della scuola devono essere adottate misure di prevenzione e distanziamento, dopodichè bisogna prendere atto che sarà molto difficile per gli studenti mantenere quel distanziamento una volta usciti da scuola” (fonte: Ansa, Agi, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev).