Michelle Hunziker: “Servizio di Striscia era a favore di Giovanna Botteri” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Maggio 2020 13:19 | Ultimo aggiornamento: 3 Maggio 2020 13:20
Michelle Hunziker: "Servizio di Striscia era a favore di Giovanna Botteri" VIDEO

Michelle Hunziker: “Servizio di Striscia era a favore di Giovanna Botteri” VIDEO

ROMA – Michelle Hunziker risponde alle accuse riguardanti il servizio di Striscia La Notizia sul look della giornalista Giovanna Botteri:

“Ho visto che si è alzato un polverone incredibile su una fake news totale, cioè dicono che noi abbiamo offeso pesantemente una giornalista che si chiama Giovanna Botteri, cosa assolutamente non vera.

Perché noi con ‘Striscia’ abbiamo mandato in onda un servizio a favore di questa giornalista, dicendo che tanti media e molti social l’hanno presa in giro per il suo look e invece noi prendiamo atto del fatto che si è fatta un’ottima e una bellissima messa in piega.

Questo non è attaccare una persona, è rimanere nei toni di ‘Striscia’ come sempre e soprattutto non è body shaming. Va bene? Cerchiamo di andarle a vedere le cose prima di accusare. Ok?”.

”Ecco un esempio di fake news”.

” Striscia fa un servizio a favore di Giovanna Botteri, ma molti commentatori da bar che esprimono opinioni per sentito dire scrivono che ce la siamo presa con lei”. Così Striscia la notizia risponde alle polemiche di questi giorni con una nota.

”Diciamo subito che per non cadere nell’errore sarebbe bastato ascoltare il rientro in studio di Gerry Scotti: “Brava, brava Giovanna, vai avanti così nel tuo importante lavoro e non badare a chi sta a guardare il capello…”.

Dopo il servizio andato in onda nella puntata di Striscia il 28 aprile scorso, dove si dava conto della fresca messa in piega dell’ottima Giovanna Botteri, siamo stati accusati di aver fatto volgare ironia sul suo aspetto fisico. In realtà è da tempo che su alcuni media e nei social Giovanna Botteri viene presa di mira per il suo look, a detta di molti non particolarmente curato.

E il servizio di Striscia, partiva proprio da questo per mostrare come Giovanna nell’ultimo collegamento da Pechino avesse sfoggiato una nuova pettinatura, quasi a smentire le critiche malevole piovutele addosso.

Insomma, parliamo di cose serie e certamente il bodyshaming lo è e va combattuto con ogni mezzo, ma non confondiamolo con una messa in piega”. (Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).