Ospedale del Mare Napoli, esplosione e voragine nel parcheggio: le auto nel super buco VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Gennaio 2021 10:59 | Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio 2021 10:59
Voragine ad Abbadia San Salvatore (Siena): salvato uomo precipitato a 7 metri di profondità

Voragine ad Abbadia San Salvatore (Siena): salvato uomo precipitato a 7 metri di profondità (nella foto la voragine di Ponticelli)

Esplosione all’Ospedale del Mare di Napoli la mattina di venerdì 8 gennaio. Lo scoppio ha provocato una mega voragine nel parcheggio. Nel cratere che si è formato sono finite diverse auto. Si tratta di auto del persone sanitario dell’ospedale. Fortunatamente non ci sarebbero state vittime.

In un primo momento non si sapeva se a causare la deflagrazione fosse stata una bomba oppure una fuga di gas. Poi si è parlato di una perdita di ossigeno dalle condutture sottostanti. Invece lo scoppio sarebbe stato causato da un cedimento causasto dalle infiltrazioni.

L’Ospedale del mare è una delle strutture designate alla lotta al Covid. La struttura è stata immediatamente sgomberata, anche perché è rimasta senz’acqua.

Esplosione Ospedale del mare: esclusa la pista dolosa

Esclusa la natura dolosa della voragine che si è aperta nel parcheggio dell’ospedale del Mare. E’ quanto informa una nota dell’Asl Napoli 1. In tutto l’Ospedale del Mare al momento è interrotta l’alimentazione elettrica ma il presidio è alimentato dai gruppi elettrogeni che garantiscono la piena operatività della struttura. Nel più breve tempo possibile l’ASL Napoli 1 Centro provvederà a chiudere temporaneamente il Covid Residence per impossibilità a garantire acqua calda e energia elettrica. 

Ospedale del Mare: esplosione causata dalle infiltrazioni?

Potrebbe essere riconducibile a un cedimento determinato da infiltrazioni la voragine che si è aperta tra le 6,30 e le 6,45 di stamattina nel parcheggio visitatori dell’Ospedale del Mare di Napoli. Sul luogo dell’incidente sono al lavoro i carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, coordinati dal sostituto procuratore Damiano Gennaro. (Fonti: Ansa e Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev)