Paragone (M5s) si astiene: “Da Governo del cambiamento a Governo dell’assurdo, da sovranisti a euristi” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Settembre 2019 18:19 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2019 18:22

Paragone (M5s) parla al Senato

ROMA – Pierluigi Paragone ha dichiarato più volte che non avrebbe votato la fiducia al Governo Conte bis. Il giornalista eletto con M5s, nel suo intervento al Senato ha ribadito il suo no con un’astensione e rivolgendosi a Conte  ha usato queste parole: “Da Governo del cambiamento a Governo dell’assurdo, da sovranisti a euristi”.

Oggi è di nuovi intervenuto sulla questione ad Agorà su Rai Tre spiegando di non voler uscire dal partito: “Non esco dal M5S perché mi auguro che nel Movimento sia consentita l’eresia. Ove mai non fosse consentita un’eresia mi indicheranno la porta di ingresso e andrò”.

“L’ho rispettata – sostiene il senatore – a tal punto (la piattaforma Rousseau ndr) di aver voluto cambiare il mio no in astensione, ma non è un’astensione che varrà per sempre. Il rispetto per la piattaforma Rousseau e il rispetto verso i colleghi ieri si è esaurito”.

Fonte: Ansa, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev