Partito nazista, al vertice la “Sergente maggiore di Hitler” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 Novembre 2019 8:53 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2019 13:34
Partito nazionalsocialista italiano

Partito nazionalsocialista italiano, al vertice la “Sergente maggiore di Hitler”

PADOVA – Ai vertici del gruppo che voleva ricostituire il Partito nazista c’era anche una donna, una 50enne impiegata e incensurata, che faceva parte del direttivo nazionale dell’autonominato ‘Partito Nazionalsocialista Italiano dei lavoratori’.

La donna si faceva chiamare ‘Sergente maggiore di Hitler’ e aveva il compito di reclutamento e diffusione di ideologie xenofobe. La Digos di Padova ha proceduto ad una perquisizione nei confronti della donna.

L’operazione Ombre nere è giunta dunque anche a Cittadella. La Digos di Padova infatti, in collaborazione con i colleghi siciliani, ha perquisito la 50enne impiegata che stando alle rilevanze investigative si trovava in una posizione di vertice all’interno del movimento. In casa sua gli investigatori hanno trovato materiale per la propaganda, striscioni con svastiche e altri loghi antisemiti, bandiere naziste. La donna aveva partecipato a manifestazioni di Forza Nuova anche in Veneto. A seguire un servizio televisivo sulla vicenda realizzato da Rete Veneta.

Fonte: Ansa, Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev