Pechino diventa gialla avvolta da una coltre di smog e sabbia: scatta l’allarme inquinamento VIDEO

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 15 Marzo 2021 15:58 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2021 15:59
Pechino diventa gialla avvolta da una coltre di smog e sabbia

Pechino diventa gialla avvolta da una coltre di smog e sabbia: scatta l’allarme inquinamento VIDEO

Pechino si è svegliata questa mattina, 15 marzo, coperta da un spesso strato di smog giallo, frutto di un’impennata dell’inquinamento e di una tempesta di sabbia arrivata dalla Mongolia che ha ridotto la visibilità a meno di 1.000 metri.

Il governo municipale, lanciando l’allerta ‘giallo’ di 24 ore per la criticità della situazione, ha ordinato a tutte le scuole di annullare gli sport e gli eventi esterni, chiedendo alle persone con malattie respiratorie di rimanere in ambienti chiusi.

Allarme inquinamento: Pechino avvolta da una coltre di smog e sabbia

La situazione, diventata virale sui social media per gli scenari apocalittici creatisi, è il risultato di un inquinamento nella città salito a livelli “pericolosi”, secondo il sito web di controllo della qualità dell’aria Aqicn.

I livelli di particelle di grandi dimensioni di Pm10 erano questa mattina a quasi 20 volte l’esposizione massima giornaliera raccomandata dall’Oms, mentre la concentrazione di microparticelle Pm2.5 era a quasi quota 600, più di 20 volte il limite segnalato dall’agenzia di Ginevra.

La Cina ha ridotto drasticamente il livello medio nazionale di Pm2.5 tra il 2015 e il 2019, grazie soprattutto alla riduzione del carbone a uso riscaldamento, e il governo ha annunciato un obiettivo ambizioso per raggiungere la neutralità del carbonio entro il 2060. (fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev)