Salvini con gli occhiali da sole al comizio: “Ho l’orzaiolo” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Settembre 2019 10:20 | Ultimo aggiornamento: 12 Settembre 2019 10:20
Matteo Salvini a Spello con gli occhiali da sole al comizio: "Ho l'orzaiolo" VIDEO

Salvini con gli occhiali da sole al comizio: “Ho l’orzaiolo”

ROMA – Dopo l’uveite di Berlusconi, ecco l’orzaiolo di Salvini: quanti problemi agli occhi per i leader di destra. Il numero uno della Lega si è presentato a Spello (Perugia) sfoggiando occhiali da sole a un comizio, proprio come fece Berlusconi in Senato qualche anno fa. Salvini ha poi spiegato di avere appunto un orzaiolo e di non poter prendere i raggi del sole in maniera diretta.

Salvini sfida il governo sui migranti.

“C’è una nave delle ong che sta raccogliendo decine di immigranti nel Mediterraneo. Vediamo se il nuovo Governo riapre i porti”: lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini rispondendo ai giornalisti a Spello. Dove ha partecipato a un’iniziativa in vista delle elezioni regionali in Umbria. “L’Italia – ha sottolineato – non può essere il campo profughi d’Europa”. “Se non le bloccherà come ho fatto io fino alla settimana scorsa – ha sottolineato Salvini – sarà un pessimo segnale”.

Salvini ha spiegato che la riapertura dei porti sarebbe un pessimo segnale “perché a questo punto ripartono tutti quanti e torniamo al passato”. “Mi auguro – ha aggiunto – che l’attuale Governo rispetti le leggi in vigore e quindi impedisca l’ingresso a chi illegalmente vuole arrivare in Italia. Lo scopriremo nelle prossime ore. Gli italiani vedranno se i porti continuano a essere chiusi e controllati o se qualcuno li riapre”.
Riguardo alla posizione dell’Europa, il leader della Lega ha detto: “di parole ne abbiamo sentite tante negli ultimi anni, fatti zero”. “A me e agli italiani – ha proseguito – interessano i fatti. E l’Italia non può essere il capo profughi d’Europa”.

“Oggi che è anniversario importante dell’11 settembre a chi dice ‘riapriamo i porti’ dico che dobbiamo invece controllare tutti quelli che entrano come quando emigravamo noi. Accogliere sì, ma ci vuole anche rispetto da parte di chi viene da noi”.

La sfida delle elezioni regionali in Umbria.

“Quello del 27 ottobre in Umbria sarà un voto di legittima difesa per liberare finalmente la regione”: il leader della Lega Matteo Salvini lo ha sottolineato a un’iniziativa elettorale a Spello. Presente la candidata presidente del centro destra, Donatella Tesei.

“Molto presto – ha detto Salvini riferendosi alla situazione nazionale – torneremo al governo mandando via chi ha paura di votare. Si metteranno d’accordo anche in Umbria mi chiedono tutti? Ma magari…. tanto il 27 ottobre la sinistra va a casa e l’Umbria cambia”.

“Gli umbri votano per l’Umbria” ha evidenziato ancora Salvini. “Ci sono infrastrutture ferme – ha aggiunto – e sostegno da dare alle imprese, al mondo agricolo, al commercio e all’artigianato. C’è una sinistra che ha fallito e bisogna cambiare una terra splendida mal governata da decenni. Abbiamo un candidato che ha fatto bene il sindaco per tanti anni, un programma e una squadra completi. Non vedo l’ora – ha concluso Salvini – che arrivi il 27 ottobre”.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev.