Trento, sente rumori sul pianerottolo e chiama la polizia. La vicina fa arrestare le ladre in flagranza

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Dicembre 2020 14:56 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2020 14:57
Trento, sente rumori sul pianerottolo e si accorge che lo spioncino è oscurato. La telefonata di una signora fa arrestare i ladri

Trento, sente rumori sul pianerottolo e si accorge che lo spioncino è oscurato. La telefonata di una signora fa arrestare i ladri

Ha sentito dei rumori sospetti sul pianerottolo, ma quando ha provato a sbirciare dallo spioncino si è accorta che era stato oscurato. Immediata la chiamata alla polizia. Così una signora di Trento è riuscita a far arrestare i ladri mentre svaligiavano casa dei vicini. 

E’ accaduto giovedì scorso, in un condominio di via Palermo a Trento. La chiamata al 112 è partita nella tarda mattinata, la donna ha riferito alla centrale unica per l’emergenza dei movimenti sospetti nell’appartamento adiacente al suo.

Gli operatori l’hanno subito messa in contatto con un agente della questura, al quale ha fornito tutti i dettagli per arrivare sul posto nel più breve tempo possibile.

Trento, l’intervento della polizia in due minuti

Per tutto il tempo l’agente ha continuato a dialogare con la signora, invitandola a non aprire la porta se gli estranei sul pianerottolo avessero bussato alla sua porta.

In meno di due minuti le volanti hanno raggiunto il condominio e sorpreso così due giovani donne intente a scassinare una porta. In manette sono finite due ragazze: una ventiduenne originaria di Torino e una coetanea bergamasca di origine croata.

Non era il loro primo colpo: le due erano già state denunciate e arrestate più volte, anche quando erano minorenni. Sulla piemontese pendeva inoltre un obbligo di dimora nel comune di Livorno.

Processate per direttissima, il giudice ha convalidato l’arresto e disposto la misura cautelare in carcere. 

Questa la chiamata della signora, che ha permesso di sventare il furto in casa.

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev