Adige in piena riempie di detriti il lago di Garda VIDEO: “Necessario per salvare Verona”

Pubblicato il 2 novembre 2018 13:39 | Ultimo aggiornamento: 2 novembre 2018 14:31

VERONA – E’ stato richiuso, dalla sera di ieri, giovedì 1 novembre, lo scolmatore Adige-Garda che dalla mezzanotte di martedì scorso ha scaricato nel più grande lago italiano 350 metri cubi al secondo di acqua dell’Adige, salvando Verona dall’esondazione. Lo ha reso noto la “Comunità del Garda”, con sede a Gardone (Brescia).

La galleria-scolmatore di Torbole (Trento), era stata utilizzata l’ultima volta 18 anni fa. Una misura ‘pagata’ a caro prezzo però dal Garda, perché nel bacino sono finiti migliaia di metri cubi di fanghiglia e detriti del fiume, che hanno coperto con enormi chiazze marroni le acque azzurre del Garda. “Di fronte al pericolo di allagare Verona e creare problemi di sicurezza a persone e cose, il Garda – spiega in una nota la ‘Comunità’ – si è accollato il sacrificio di ‘ospitare’ per alcune ore le acque dell’Adige. Una misura eccezionale che confidiamo non comprometterà la qualità delle acque del lago” (video Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev):