Alessandro Di Battista (M5S) e le polemiche per il discorso su Boko Haram (VIDEO-FOTO)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Luglio 2014 17:42 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2014 18:17

ROMA – “Boko Haram significa l’educazione occidentale è peccato e questi, terroristi per qualcuno, combattenti religiosi per altri, lottano contro tutto ciò che è occidentale, intravedendo nella religione cristiana un’ingerenza, dal loro punto di vista, negativa in fatti interni. Questo è il concetto e, ripeto, io sono cristiano”. Le parole sono quelle del deputato 5 stelle Alessandro Di Battista. Lo fa, citando le milizie del gruppo integralista islamico nigeriano durante le mozioni alla Camera sulla libertà religiosa.

Di Battista spiega che

Presentiamole queste mozioni. Ci servono per andare da alcune lobby, anche religiose, e dire: “Guardate, oggi si è approvata una mozione a favore della libertà religiosa. Come vedete io mi occupo di questo tema” e lo fanno tutti i deputati che magari devono così garantire azioni territoriali. Ma a che cosa serve ? A nulla.

L’intervento di Di Battista:

Parlare di mozioni sulla libertà religiosa? Secondo il deputato 5 stelle serve a poco o nulla:

“È avvilente che il Parlamento della Repubblica italiana, in un momento di crisi drammatica dal punto di vista lavorativo, sociale ed economico del nostro Paese, passi ore e ore a ratificare e a discutere delle mozioni che davvero non servono a nulla. Abbiamo appena ricevuto i dati dal Servizio per il controllo parlamentare: in questa legislatura sono state approvate 151 mozioni e l’avviso di attuazione da parte del Governo, le mozioni sono uno strumento di indirizzo, che appunto riguarda quelle mozioni che sono state trasformate, più o meno, in atti vincolanti, in atti legislativi, parla di 15 mozioni su 151, meno del 10 per cento”.

Parole che hanno scatenato un dibattito su Twitter: