Anas, lo spartitraffico non si rompe: dopo il crash test dell’auto e del tir è ancora in piedi VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Ottobre 2019 13:53 | Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2019 13:53
anas l'auto contro lo spartitraffico

Una vecchia Fiat Uno distrutta dopo lo schianto con lo spartitraffico

ROMA – La nuova barriera spartitraffico centrale in calcestruzzo interamente progettata da un team di ingegneri di Anas, la società che gestisce le strade statali appartenente al Gruppo FS Italiane, ha superato il test eseguito a Bollate in provincia di Milano.

Un mezzo pesante di 38 tonnellate è stato lanciato ad una velocità di 65 km/h con un angolo di impatto di 20°e d ha superato la prova. Idem per un veicolo leggero da 900 kg, una vecchia Fiat Uno, è stata lanciata ad una velocità di 100 km/h sempre con 20° di angolo d’impatto.

L’Anas che ha pubblicato il video, ha detto che i due mezzi hanno retto all’urto molto più di un normale spartitraffico. Per questa ragione, l’ente strade ha deciso di effettuare una prova unica nel suo genere: lanciare un altro mezzo di 38 tonnellate sulla stessa barriera incidentata la quale ha retto anche una seconda volta. La barriera è quindi in grado di resistere a due eventi contemporanei o immediatamente successivi, ipotesi che risulta essere possibile. 

Fonte: Repubblica, Anas